Napoli-Empoli 0-1, post-partita Spalletti: “Dovevamo essere più incisivi. Senza molti giocatori diventa difficile”

Serata amara per il Napoli che inciampa in casa per 1-0 contro un ottimo Empoli. La squadra di Aurelio Andreazzoli riesce a strappare i tre punti grazie ad una rete di Cutrone. Seconda sconfitta consecutiva per gli azzurri. Le parole di Luciano Spalletti al termine della partita.

Dopo la bella vittoria contro il Leicester di giovedì sera, il Napoli subisce il secondo KO in campionato. Questa volta ad avere la meglio è stata la neopromossa Empoli allenata da Aurelio Andreazzoli. I toscani, già nel primo tempo, lasciavano intendere di voler giocare fino in fondo la partita, mettendo anche in difficoltà gli azzurri. Poi, nel secondo tempo, il Napoli ha cambiato ritmo.

Gli azzurri hanno collezionato tante occasioni da rete così come anche i pali ma la partita è stato sbloccato da un episodio. Mischia in area e Cutrone trova il gol del vantaggio con un colpo di testa. Il Napoli esce sconfitto dal Maradona come dopo l’Atalanta. Luciano Spalletti, oggi in tribuna per squalifica, non può essere contento della prestazione.

Bisognava sicuramente indirizzare la partita verso la giusta direzione. Complice anche l’affaticamento per le imprese europee di giovedì, il Napoli non ha giocato con il giusto piglio. L’Empoli ha saputo difendersi e mostrarsi anche offensivo quando è riuscito ad arrivare nell’area napoletana ed ha avuto la meglio. Il cambio costretto di Zielinski ha sicuramente cambiato le carte in tavola con un Demme che non appariva al meglio della condizione.

Si è fatto vedere anche Anguissa così come anche Politano che sono poi entrati nella ripresa. Paura anche per Elmas che è uscito infortunato a fine secondo tempo. Su di lui si dovranno valutare le condizioni e poteva esserci anche un fallo da rigore che alla fine non è stato dato. Neanche Insigne era al top, non aveva ancora tutti e novanta minuti nelle gambe.

Lo scopo era dover far girare la palla in modo da costringere l’Empoli a rincorrere i giocatori. Così non è stata e la partita ha seguito solo un unico senso ed il Napoli non l’ha saputa gestire, al di là del gol fortunoso. Non si sono tolti i riferimenti dell’Empoli e sono venute fuori tutte le difficoltà della squadra, alla vigilia di una partita importantissima alla prossima gioranta.

Quella contro il Milan è sicuramente una partita del riscatto. Un’opportunità per mettere al posto le cose dopo due sconfitte consecutive, per giunta in casa. Si tratta di uno scontro diretto che potrebbe già decidere le sorti di un intero campionato.

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione