MotoGP, rinviati anche i GP di Catalunya e d’Italia

L’emergenza COVID-19 non dà tregua alla top class: slittano anche gli appuntamenti del Montmelò e del Mugello

Altro giro e altro rinvio per il Motomondiale. Come da triste copione è arrivato il comunicato ufficiale congiunto da parte di Dorna e FIM che sanciscono il duplice rinvio dei Gran Premi di Catalunya, sul tracciato del Montmelò dove l’anno scorso trionfò Marc Marquez in solitaria, e del Gran Premio d’Italia sullo storico circuito del Mugello, teatro un anno fa della prima vittoria in MotoGP del ducatista Danilo Petrucci. L’emergenza Coronavirus continua a stravolgere il calendario e ipotizzare sui quando, dove e come della stagione 2020 rimane esercizio assai complesso.

L’ autodromo del Mugello, da tre anni terra di conquista per Ducati con le vittorie di Dovizioso (2017), Lorenzo (2018) e Petrucci (2019) (foto: twitter.com/MugelloCircuit)

Al pari dei primi due GP europei di Jerez e Le Mans, anche per Barcellona (previsto per il 7 giugno) e Mugello (in programma il 31 maggio) non è ancora stata ipotizzata una data buona all’interno di un calendario in continua e completa evoluzione. Ad oggi, la MotoGP dovrebbe esordire il 21 giugno sul circuito tedesco del Sachsenring, altro feudo di Marc Marquez. La realtà, però, spinge a pensare che anche in questo caso non ci sia nulla di definitivo.

Un’istantanea della carambola innescata da Jorge Lorenzo in curva 10, durante il secondo giro della gara del Montmelò nel 2019: a terra oltre al mallorchino finirono anche Dovizioso, Vinales e Rossi. (foto da: youtube.com)

Di seguito il nuovo calendario del Motomondiale:

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€