MotoGp: Marc Marquez, condizioni dopo l’infortunio. Quando tornerà in pista?

Molti si chiedono: quali sono le condizioni di Marc Marquez? Quanto ritornerà in pista? Lo rivedremo in sella alla Honda nel Mondiale MotoGP 2020?

Sembra essere sempre più vicino il rientro in pista del centauro di Cervera ma non ci sono ancora certezze su quando potremmo rivederlo in pista assieme agli altri piloti del motomondiale.

Sono ormai passati quasi due mesi dall’infortunio di Marc Marquez, campione in carica della classe Regina, caduto a Jerez il 19 luglio durante la prima gara del Mondiale MotoGP 2020.

Se ormai le velleità di vittoria del nono titolo iridato e il raggiungimento di Valentino Rossi per numero di mondiali vinti sono svanite non si può ancora escludere un suo rientro in pista durante questa stagione.

Si vocifera che il rientro in pista di Marc Marquez potrà avvenire durante il Gran Premio di casa al Motorland di Aragon, che si terrà in due tappe consecutive il 18 e il 25 ottobre 2020, oppure durante i week-end di gara a Valencia, l’8 e il 15 novembre.

E mentre in pista nessun pilota sembra riuscire a dominare la scena, sembra che le condizioni fisiche del “Cabroncito” stiano notevolmente migliorando.

Marc Marquez ha infatti ricominciato ad allenarsi con i pesi in palestra e ad andare in bici, come testimonia mediante i social, affiancando la fisioterapia due volte al giorno per il recupero completo dalla frattura all’omero destro.

Come attesta il suo ultimo post su Instagram nel quale commenta “un giorno in più, un giorno in meno” e la sua comparsa nel paddock durante l’ultimo appuntamento del mondiale disputato al Montmelò il 26 settembre, sembra che il suo unico obiettivo sia quello di rimettere le ruote della sua Honda RC213V ed occupare il trono che nessuno sembra ancora meritare.

Marc Marquez ha tenuto a far sapere a tutti i suoi fans che ormai il suo braccio è quasi completamente guarito ed i medici hanno dato il via libera al programma di esercizi propedeutivo al ritorno in sella.
Marquez usa di meno il famoso tutore in carbonio che teneva immobilizzato l’arto e lo proteggeva.
Il Carboncito ha spiegato che “Nella quotidianità il braccio è libero e non ricorro più ad alcun tipo di tutore. Solo per gli esercizi fisici che richiedono maggiore sforzo indosso una protezione”.

Il mondiale MotoGP 2020, completamente atipico a causa della pandemia, al giro di boa ci regala una classifica completamente inedita, che vede alla vetta il ventunenne Fabio Quartararo, seguito da Joan Mir e Maverick Vinales a completare il podio.

Manca solo il campione in carica Marc Marquez che stavolta potremo rivedere in azione solo quando avrà recuperato al 100% la forma fisica, come afferma il team manager della Honda Alberto Puig.

Nel frattempo non resta che godersi la lotta al titolo mondiale, che con tre piloti in 18 punti sembra più aperta che mai.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus