MotoGP, l’analisi di Max Biaggi della prima gara in Qatar

La gara del Qatar, prima della stagione 2017, è già consegnata agli archivi. La vittoria del neo pilota Yamaha, Maverick Vinales, ha accesso i riflettori sul mondo delle moto e confermato, in parte, i pronostici alla vigilia della prima gara stagionale.

Se i pronostici, però, sono stati in parte sovvertiti è certamente merito di Valentino Rossi, arrivato al terzo posto, dopo le difficoltà dell’inverno, e demerito di Jorge Lorenzo, che ha deluso nella sua prima gara in sella alla Ducati, finendo fuori dalla top ten.

Grande rivale di Rossi nei primi anni di carriere nella MotoGP del pilota di Tavullia e presente domenica come special guest, Max Biaggi ha voluto commentare la gara, esprimendo attraverso il suo profilo Twitter una propria analisi.  

L’ex pilota ha iniziato dicendo che la MotoGP ha scoperto un sicuro protagonista della stagione, che sarà certamente difficile battere, cioè Vinales, che ha dimostrato di avere un enorme talento. Dopo aver fatto i complimenti anche a Dovizioso, secondo, che ha dimostrato quanto può essere veloce, Biaggi ha parlato di Rossi.

 

Max Biaggi

Sul pilota della Yamaha, Biaggi ha detto che “rappresenta la certezza di un campione navigato, che viene fuori nei momenti difficili”. L’ex pilota si è poi soffermato sulla discreta gara di Marquez, su cui ha pesato l’errata scelta degli pneumatici. Per lo spagnolo, comunque, non sarebbe stato facile conquistare la vittoria.

Biaggi ha poi continuando esprimendo il suo dispiacere per il ritiro di Andrea Iannone, che stava lottando con i primi. Dopo poi aver parlato di Lorenzo, apparso in grande affanno all’esordio con la Ducati, l’ex pilota romano ha poi parlato della bella gara dell’Aprilia, giunta al sesto posto con Aleix Espargaro, dopo essere partita dalla quindicesima posizione.

Biaggi ha poi concluso la sua analisi della gara parlando della sfortunata caduta di Zarco, che era partito molto bene, mostrando quanto sia in grado di far correre la sua moto, fin da subito. E’ un pilota con grande talento e, certamente, avrà tempo per rifarsi.