MotoGP, GP Misano: conferenza piloti con paura covid

Il weekend del GP di Misano della MotoGP inizia oggi con la Conferenza Piloti.La notizia della positività al Covid – 19 di Jorge Martin e di un meccanico del paddock. in conferenza stampa oggi Rossi, Quartararo, Bagnaia, Oliveira.

Fonte: Twitter ufficiale MotoGP

Conferenza MotoGP a Misano: sicurezza

Il gruppo di piloti che si è presentato nella conferenza stampa di Misano ha affrontato come primo argomento la sicurezza personale. Infatti, sia Jorge Martin che un meccanico del paddock sono risultati positivi al Covid, riaprendo le porte alla paura. Tuttavia, entrambi sono asintomatici e in isolamento.

Valentino Rossi, ad esempio, invoca alla cautela, invitando tutti i suoi numerosi fan a restare a casa e a prestare attenzione. “Sono ad appena 25 punti da Quartararo, eppure sono settimo in classifica, con questo equilibrio tutto può succedere. Domani capiremo se siamo abbastanza forti per lottare per il podio. Questo Mondiale resterà aperto fino all’ultima gara”

Oliveira invece ha detto cosa significa un caso di positività al Covid-19.

Risultare positivi al Covid-19 significa non poter fare il nostro lavoro, speriamo quindi di poter uscire fuori da questa situazione, confidiamo nel vaccino, intanto dobbiamo comportarci nel modo più responsabile possibile”

Anche Bagnaia è d’accordo, spaventato dall’eventualità di saltare due gare : “La positività di Martin mi ha spaventato, dobbiamo essere molto cauti e stare a casa, vedere meno gente possibile: se si è positivi, con un calendario così, si rischia di perdere due gare, non posso permettermelo”

“La positività di Martin? Io dormo sul track, non usciamo, non mi allontano dalla pista, so che può essere pericoloso, non ci assumiamo nessun rischio”– gli fa eco Quartararo.

Dovizioso: futuro indeciso

A questo punto entra in scena Andrea Dovizioso, che si apre riguardo al suo futuro.

“Per l’anno prossimo vedremo, io ho preso una decisione per ragioni molto chiare. So esattamente di cosa ho bisogno per essere competitivo, vedremo quando ci sarà qualcosa sul tavolo, non voglio correre tanto per correre. Per ora non ho nulla di preciso, nel prossimo mese immagino succederà qualcosa, poi deciderò quando ci sarà maggiore chiarezza”

Rossi: fra Formula 1 e “quota rosa”

Valentino Rossi ci stupisce affrontando dei temi diversi dal mero motociclismo. Il suo pensiero oggi è rivolto al ferrarista (per ora) Vettel:

“Per Vettel è un peccato, chiude male la sua storia in Ferrari, sono stati molto vicini alla vittoria del Mondiale un paio di volte, però non ci sono riusciti. Adesso la macchina è lenta, Vettel è un pilota di primo piano e dimostrerà il suo valore l’anno prossimo con l’Aston Martin” prima di lasciarsi andare alla gelosia.

“Sono molto geloso della Formula 1 al Mugello perché noi non ci correremo quest’anno, per me è uno dei tracciati più belli del mondo, sia in moto sia in macchina. Ci ho guidato un paio di volte, anche sul bagnato, è spettacolare, all’arrabbiata 2 butti giù il piede completamente alla cieca perché non si vede l’uscita. Credo che si divertiranno, anche se la pista è un po’ stretta per le macchine”

Inoltre si parla con il Dottore delle quote rosa, ovvero delle donne in un mondo ancora prettamente maschile e a volte ancora maschilista:

“Quello del Motomondiale è un ambiente difficile per le donne, ho incontrato qualche ragazza davvero veloce sulle moto, non hanno bisogno di una spinta speciale, hanno bisogno solo di qualche opportunità per dimostrare di poter arrivare in cima”

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Silvia Giorgi

Informazioni sull'autore
Classe 1990, mi sono laureata in Lingue a Bari (ne parlo 4) e appassionata di sport da sempre (ho fatto equitazione per un bel po'). Sin da bambina ho sempre avuto il sogno di diventare una giornalista sportiva. Gli sport che amo di più sono equitazione, pattinaggio su ghiaccio e il motorsport a 360 gradi. Il mio preferito? La Formula 1, ovviamente.
Tutti i post di Silvia Giorgi