MotoGp 2019, Gp di Catalogna, dichiarazioni di Dovizioso e Petrucci dopo le qualifiche

E’ terminata la seconda giornata del weekend di Catalogna, settima prova del mondiale 2019. La Ducati non ha approfittato del secondo posto di Marquez, ottenendo una sesta posizione con Dovizioso e la settima con Petrucci.
Dovizioso in pista durante una prova con le vetture della classe DTM.
Fonte: Twitter Dovizioso

Il pilota di Forlimpopoli è piuttosto soddisfatto della seconda fila, ma ciò che lo preoccupa maggiormente è il poco grip della moto sulla pista. Non è possibile capire bene quale possa essere la condizione delle gomme e la loro affidabilità. Da questo punto di vista la Catalogna è un tracciato poco decifrabile:

“Sono abbastanza contento, abbiamo accumulato un piccolo gap. La seconda fila non è un problema in vista della gara. La situazione è difficile perché c’è poco grip, ma è una condizione comune a tutti. Pochi piloti hanno fatto tanti giri con le gomme, perché tutti hanno cercato di migliorare il feeling con la propria moto e cercato di capire le gomme. Rispetto allo scorso anno la pista è più lenta di un secondo. È impossibile avere un buon feeling con la moto in queste condizioni. Per questo dico che la seconda fila è comunque un buon risultato”.

Sulla gara di domani è estremamente difficile fare un pronostico, così come sarà la gara delle Ducati. E’ un rebus, ma è certo che loro saranno nel gruppetto di testa a lottare fino alla fine:

“Non è facile capire che tipo di gara potremo fare domani. Sarà una corsa anomala. Tanti hanno una buona velocità, ma pochissimi hanno fatto dei ‘long run’ perchè impegnati a capire la moto. Noi saremo nel gruppetto di testa, siamo veloci, abbiamo delle buone chanches, ma scopriremo domani se lotteremo per la vittoria”.

Petrucci con la sua desmosedici numero nove in pista sul tracciato di Catalogna.
Fonte: Twitter Petrucci

Il suo compagno di squadra Petrucci è stato vittima di una caduta nel giro di rientro in Curva 5, ma comunque è fiducioso delle sue possibilità per il gran premio di domani:

“Oggi siamo partiti con il piede giusto e siamo stati veloci fin dalle prime uscite. Anche nelle PL4 eravamo competitivi, al netto dei tempi sul giro, perché non ho utilizzato gomme nuove. In qualifica ho fatto immediatamente un buon tempo, ma quando stavo rientrando ai box sono scivolato a bassa velocità. Purtroppo quando sono ripartito con la seconda moto non ho ritrovato le stesse sensazioni e non sono riuscito a migliorarmi“.

Comunque per domani è convinto di potersela giocare con i primi, facendo attenzione all’usura delle gomme sulla distanza di gara. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega