MotoGP 2018 Aragòn, Marquez: “Sono soddisfatto. Sarà importante la scelta delle gomme”

Come prevedibile, Marc Marquez ha dettato la sua legge nel venerdì di Motorland Aragòn. Dopo aver stampato il 6° tempo nelle PL1, con un distacco di +0.784 da Andrea Dovizioso (pur non montando pneumatici nuovi a fine sessione), lo spagnolo ha fatto la voce grossa al pomeriggio, scendendo fino ad un gran 1:47.382, staccando le due Ducati di +0.138 per quanto riguarda Jorge Lorenzo, e di +0.453 per quel che concerne Andrea Dovizioso.

Marc Marquez, durante le libere del venerdì del Gran Premio d’Aragona 2018, che l’hanno visto staccare il miglior tempo di giornata (foto da: motogp.com)

Se non vinco domenica non importa, non succede nulla. Se potessimo avere il primo match point in Thailandia sarebbe fantastico, ma quel che ci interessa è portarci a casa il titolo, non importa dove e quando” – spiega il nativo di Cervera – “Nel pomeriggio abbiamo fatto un bel miglioramento, ma ci aspettavamo che le Ducati fossero veloci. Di recente, loro hanno svolto un test insieme alla Yamaha, e hanno più informazioni. Sarà importante scegliere le gomme giuste per domenica“.

A proposito di Yamaha, Marquez si dilunga molto sui problemi che attanagliano anche qui la M1. “Non ve li dirò, ma seguendo Vinales ho capito alcuni dei loro problemi” – dice il Cabroncito – “E’ strano e complicato da comprendere quello che succede alla Yamaha. Ci sono dei punti in cui vanno anche più forte di noi, mentre in altri perdono tanto. Credo comunque che riusciranno a venirne a capo prima o poi“.

Marquez ha parole anche per Johann Zarco, il quale non riesce proprio a riprendersi dal brutto momento attraversato a livello di risultati, dopo l’ottimo avvio di stagione: “E’ molto strano anche quello che sta succedendo a lui. Fa fatica sia sul giro secco che nei long run. Prima di Le Mans andava veramente forte, ma dopo che ha firmato con la KTM sembra aver cominciato a soffrire. Ma non saprei proprio dire il perché“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo