MotoGP 2017, Stoner: “La Ducati può giocarsela”

Giornata di riposo, quella di oggi, per Casey Stoner, dopo il miglior tempo nel debutto di ieri in sella alla Ducati GP17. E allora l’australiano si è concesso ai giornalisti, rilasciando un’interessante intervista a Motorsport.com.

Casey Stoner nel box di Sepang (foto da: semarangpos.com)

L’avvio di questi test è stato decisamente interessante, svolgendo davvero un’ottima sessione” – esordisce Stoner – “Abbiamo avuto risposte positive dal lavoro svolto su pista asciutta. Peccato per la giornata di oggi, ma domani contiamo di riprendere il programma con continuità“.

C’è tanta differenza con la moto dell’anno scorso, per via dell’assenza delle alette” – spiega il due volte Campione del Mondo – “Stiamo lavorando tanto sul bilanciamento della moto, certamente più degli altri team, perché la nostra aveva caratteristiche molto diverse dalle altre anche in termini di downforce. C’è bisogno di tempo per adattare la moto e farla andare bene pur senza l’utilizzo di ali. E’ più instabile ad alta velocità, ma non troppo. Poi si alza l’anteriore in maniera più evidente e la moto gira in maniera differente. Stiamo cercando di minimizzare i problemi e so che possiamo fare meglio, ci sono zone dove possiamo migliorare di più“.

Su Lorenzo: “Non so se potrò aiutarlo più di tanto. E’ stato a lungo con un costruttore e ha bisogno di tempo per adattarsi. Yamaha e Ducati sono due moto agli antipodi. Sta facendo un passo alla volta e non sono preoccupato. Dobbiamo solo lasciare che Jorge e Cristian (Gabarrini) lavorino assieme al team per trovare quel giusto equilibrio con la moto che lo faccia sentire a proprio agio“.

Infine, a Stoner viene chiesto se crede che la Ducati abbia effettive chance di inserirsi nella lotta iridata: “E’ difficilissimo fare pronostici, con così tante variabili in gioco. L’anno scorso, guardando i risultati di Marquez, non avrei mai detto che potesse vincere il titolo, ma gli altri hanno sbagliato troppo. Ho molta fiducia nel nostro pacchetto e penso che potremmo vincere varie gare. Se siamo riusciti a essere primo e secondo nella giornata di test di ieri c’è più di una speranza per noi di vincere il mondiale“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo