Milan-Udinese, Dichiarazioni pre-partita Pioli: “Sono contento dei nuovi arrivi”

L’allenatore del Milan Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni, alla vigilia del debutto in campionato a San Siro dei rossoneri, contro l’Udinese allenata da Andrea Sottil.

Il tecnico milanista è contento della presenza di un grande pubblico (attese domani più di di 70.000 persone allo stadio), ma sa anche, molto bene, che domani bisognerà ricominciare da zero. Tutti partono da zero punti e voglio subito conquistare i primi punti della stagione.

Per quel che riguarda un’analisi della sua squadra, Pioli si esprime così: “È un Milan forte, sarà il campo a determinare se lo saremo più o meno come l’anno scorso. Ho rivisto nei miei giocatori gli stessi occhi e lo stesso spirito dell’anno scorso: mi fa essere positivo. Nessuno di noi ha raggiunto il proprio massimo, è un Milan in crescita”. Da queste parole si evince la voglia di essere competitivi in tutte le competizioni.

L’ex allenatore di Lazio e Inter è contento degli arrivi di calciatori come Adli, Origi e De Ketelaere. Grazie alle loro caratteristiche il Milan ha completato il reparto avanzato. Origi è un attaccante completo e può dare profondità alla squadra. Il francese è un centrocampista atipico, va molto per il campo, ha grande verticalità e visione di gioco. De Ketelaere si segnala soprattutto per la qualità. Lo stesso allenatore del “diavolo” ha confermato l’idea che in futuro, Adli e De Ketelaere potranno giocare insieme. Tra i calciatori, invece, che più hanno impressionato Pioli, in questo pre-campionato, ci sono Bennacer, Rebic e Messias.

Per quel che riguarda i convocati per domani, a mancare sarà solo Tonali, mentre Giroud e Messias hanno recuperato dai loro acciacchi fisici e sono a completa disposizione di Stefano Pioli.

Milan-Udinese, 1° Giornata di Serie A

L’allenatore del Milan descrive anche gli avversari di domani: “L’Udinese è una squadra difficile, organizzata, fisica. È l’unica squadra che l’anno scorso, insieme alla Juventus, non siamo riusciti a battere. Bisognerà muoversi molto bene senza palla, sono una squadra fisica. Se non togliamo loro dei riferimenti è chiaro che troveremo difficoltà”.

Sulla stagione che sta per cominciare, con di mezzo il Mondiale, regna tanta incertezza. Si giocheranno circa 23/24 partite fino al 13 Novembre e come spiegato da Pioli, il Milan avrà bisogno di tutti gli elementi della rosa. Il tecnico milanista vede profilarsi un campionato molto equilibrato, con la crescita di tante squadre, rispetto alla stagione precedente.

Tra i temi toccati da Pioli, c’è anche il calciomercato, commentato in questo modo: “Sono contentissimo della squadra, dei giocatori arrivati e del club: se ci sarà l’occasione si faranno trovare pronti”.

La società è sempre vicina al suo allenatore. Lo stesso tecnico rossonero ha confermato la presenza di ottimi rapporti con Maldini, Massara, il Fondo Elliot e Gerry Cardinale.

Un altro tema toccato da Pioli riguarda i calci d’angolo, da qualche stagione, un vero e proprio tallone d’Achille per il Milan. In questo senso, attraverso il lavoro lo stesso mister rossonero si augura di avere dei miglioramenti, anche perché le palle inattive forniscono delle occasioni potenzialmente decisive.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo