Milan-Empoli, le dichiarazioni della vigilia di Gennaro Gattuso:”Pensare partita per partita e continuare a lavorare”

Vi riportiamo alcune dichiarazione rilasciate dal tecnico rossonero alla vigilia della sfida contro i toscani a San Siro.

L’Empoli- “Non sono frasi di circostanza, io sono molto preoccupato per domani. L’Empoli ha un allenatore che prepara bene le gare, abbina tecnica e organizzazione difensiva. Le partite facili non esistono. La crescita passa per questo tipo di partite, non dobbiamo sottovalutare l’avversario”.

Paquetà esterno offensivo-“Paquetà in qualche occasione sta già giocando da esterno offensivo perché si inverte con Calhanoglu. Può fare diversi ruoli. Domani vediamo come giocare, avremo anche tre partite in otto giorni. Oggi prepariamo la partita e faremo le nostre valutazioni”.

Il momento- “Dobbiamo lavorare con equilibrio e con voglia, senza pensarci troppo. Bisogna credere in ciò che si fa, le delusioni restano dietro l’angolo. Non si deve mollare e non bisogna guardare altrove”.

Il lavoro svolto-” Io non voglio complimenti, devo ringraziare solo la squadra che sta facendo cose importanti. In questo momento, così come anche prima, leggevo poco. Devo continuare, credo di saper fare questo lavoro e non ho bisogno di sentirmi dire che sono bravo o che sono scarso. So cosa posso dare in un gruppo e continueremo. Massacrano allenatori che hanno vinto tanto come Mourinho, Ancelotti e Allegri…”.

La continuità- “Questo non è il Milan di Gattuso o di Piatek, è il Milan di tutti. In questo momento abbiamo un attaccante che sta valorizzando ciò che gli arriva ma i meriti sono di tutti e vanno dati a tutti. La squadra è giovane e può crescere ancora tantissimo. Io oggi insisto sulla voglia, perché penso che siamo arrivati a un bivio: dobbiamo dare continuità adesso, è lo step che dobbiamo superare”.

Le tre sfide prima del derby-“Dobbiamo riuscire a pensare ad una partita alla volta, per trovare la massima concentrazione. Prepareremo bene la partita, voglio vedere lo stesso atteggiamento che ho visto contro il Cagliari. Pensiamo a domani e poi vedremo a ciò che succederà in seguito”.

Il confronto con la dirigenza-“Ci sta che in un rapporto ci siano vedute differenti, c’è un confronto e c’è rispetto, non bisogna andare alla ricerca di qualcosa. Noi andiamo d’accordo, la discussione è fisiologica: si discute con genitori, figli e coniugi, figuriamoci sul lavoro”.

Strinic e Zapata-“Strinic si era allenato solo tre giorni con noi perciò non l’ho portato. Zapata ne avrà ancora per 7-8 giorni poi sarà a disposizione del gruppo”.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Rocco Calandruccio

Informazioni sull'autore
Docente e opinionista radiofonico, collaboro con StadioSport da maggio 2016. Il calcio è la mia filosofia di vita, pratico Calcio a 5 con amore e passione, ma adoro scrivere tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.
Tutti i post di Rocco Calandruccio