Milan-Atalanta 0-0, voti e pagelle: Caldara e Romagnoli super, male Kessie e Suso

Prestazioni di ottimo livello per Milan e Atalanta, ma sopra a tutti Caldara e Romagnoli, che comandano le proprie difese, mentre deludenti Suso e Kessie, che non incidono

Un pareggio che certo non può accontentare il Milan per quello che ha fatto nel secondo tempo, ma forse giusto per quello che invece si è visto nel primo tempo, quando le mosse tattiche dell’Atalanta avevano reso impossibile da giocare la partita dal punto di vista dell’intensità. 

Eppure, la squadra guidata da Vincenzo Montella continua a migliorare come prestazione offerta e gioco, ma è mancato decisamente solo il gol. Benissimo la difesa e la coppia centrale, che ha dominato su tutti, così come il centrocampo, che ha saputo adattarsi al gioco avversario. L’attacco, invece, ha funzionato solo per metà partita. 

Ha cancellato completamente la delusione delle ultime due partite, invece, la squadra di Gian Piero Gasperini. L’intensità messa in campo e la personalità dei tanti giovani hanno impressionato tutti. Però, il calo fisico del secondo tempo ha rischiato di rovinare tutto. 

bonaventura-kessie

TABELLINO 

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Antonelli (72′ De Sciglio); Kucka, Bertolacci, Pasalic; Suso, Lapadula (82′ Bacca), Bonaventura (87′ Niang). A disp: Gabriel, Plizzari, Gomez, Zapata, Honda, Locatelli, Poli, Josè Sosa, Luiz Adriano. All.: Vincenzo Montella

ATALANTA (3-5-2): Sportiello; Toloi, Caldara, Masiello (58′ Zukanovic); Conti, Kessie, Kurtic (65′ Drame’), Gagliardini, Spinazzola (70′ Freuler); Petagna, Gomez. A disp: Bassi, Mazzini, Migliaccio, Pesic, Konko, Cabezas, Raimondi, Grassi, D’alessandro. All.: Gian Piero Gasperini

Arbitro: Davide Massa (Imperia)

Ammoniti: Bonaventura, Bertolacci, Pasalic (M), Spinazzola, Masiello, Conti, Petagna, Gomez, Sportiello (A)

MIGLIORI 

Romagnoli 7: Stravince la sfida con Petagna ed è sempre perfetto anche in fase di impostazione. Dominante in difesa, cresce sensibilmente dal punto di vista della personalità e del carattere. 

Caldara 7: Difensore vero, completo, veloce, fisicamente forte e tecnicamente dotato. Non è un facile cliente Lapadula, ma lo riesce a contenere. Decisivo il suo salvataggio sulla linea. 

Antonelli 6,5: Rientra in campo e ara la fascia sinistra, risultando perfetto in fase difensiva, spesso decisivo con le sue chiusure, ma anche l’uomo in più in attacco. Peccato per il palo. 

PEGGIORI 

Suso 5,5: Una delle poche prestazioni al di sotto della propria qualità. Sbaglia tutti i calci piazzati, anche qualche scelta è assolutamente discutibile. L’unica giocata degna di nota è l’assist a Bacca, il cui destro viene salvato sulla linea da Conti. Piccolo passo indietro. 

Kessie 5: Forse la paura della diffida avrà rallentato l’ivoriano, che è assolutamente inutile nell’ottimo primo tempo offerto dalla propria squadra e non fa assolutamente nulla, né in fase di impostazione, né in fase di contenimento. Solo una bella percussione nel finale migliora la sua prestazione sottotono ed evanescente. 

Freuler 4,5: Entra in campo per dare maggiore quantità e magari lucidità in fase di impostazione. Sbaglia tutto, soprattutto l’appoggio a Gomez al termine di un contropiede, che di fatto avrebbe potuto cambiare il risultato. 

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia