Manchester United: la Fifa indaga sul trasferimento di Pogba

La FIFA indaga su Mino Raiola e sui suoi trasferimenti più clamorosi. Nella scorsa estate il procuratore più famoso (e probabilmente ricco) del mondo ha incassato la bellezza di 49 milioni di euro per il passaggio di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United. Una cifra esorbitante, che ha spinto la Federazione mondiale ad aprire un’inchiesta (in data 16 settembre 2016) per far luce sugli accordi stipulati dall’agente, una notizia emersa solo oggi, grazie al libro dello Spiegel denominato “Football Leaks”, uscito proprio oggi nelle librerie.

Ufficialmente sono 27 i milioni di euro andati nelle tasche di Raiola, dei 105 milioni di euro pagati la scorsa estate dalla squadra inglese per assicurarsi le prestazioni del centrocampista francese, secondo un accordo firmato dal direttore generale della Juve Giuseppe Marotta e da Raiola circa tre settimane prima della vendita del giocatore. Il Manchester, a sua volta, tuttavia ha concordato con Raiola l’8 agosto del 2016 il pagamento di ulteriori 19,4 milioni di euro in cinque rate entro la fine di settembre del 2020. A questi si aggiunge il compenso che lo stesso Paul Pogba ha sborsato per il suo procuratore, cioè altri 2,6 milioni di euro, arrivati dal Manchester e versati all’agenzia di Raiola Uuniqq S.A.R.L., con sede nel Principato di Monaco. 

La FIFA ha così confermato di aver esaminando il trasferimento di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United: “Possiamo confermare che il FIFA TMS ha chiesto informazioni su questo argomento. Non abbiamo altri commenti da aggiungere“, nel frattempo però niente sembra fermare Raiola, che secondo alcune notizie che arrivano dalla Gran Bretagna starebbe preparando un altro trasferimento record, quello di Romelu Lukaku, voluto da Chelsea e Manchester United, valutato 100 milioni di euro dall’Everton.