Ligue 1, recupero 24^ giornata: solo pareggio tra Troyes e Dijon

Nessun gol e poche emozioni nel recupero della 24^ giornata-5^ del girone di ritorno- della Ligue 1 Conforama che ha visto affrontarsi allo “Stade de L’Aube” i padroni di casa del Troyes di Jean-Louis Garcia e il Dijon-in italiano Digione, pressoché la patria Mondiale della senape, ndr- allenato da Olivier Dall’Oglio.

Un match che stenta a decollare e che si accende e vede le occasioni da gol migliori solo nella ripresa, con anche qualche sprazzo di grande calcio dopo un primo tempo pressoché anonimo e decisamente equilibrato, in cui da ambo le parti si assiste a una serie di stucchevoli errori-cross e conclusioni fuori misura, lisci del pallone-e che vede forse l’azione migliore nel finale, quando il rilancio del portiere dei padroni di casa Erwin Zelazny viene intercettato e ributtato nella metà campo avversaria in cui si immola Julio Tavares-forse il più attivo degli ospiti-la cui incursione in area avversaria subisce il grande recupero di Christophe Herelle, che con una scivolata da grande centrale difensivo, stoppa il tentativo di conclusione.

Nella seconda frazione di gioco il match comincia a entrare nel vivo e si vede anche la prima parata, la compie il portiere avversario, il capitano Baptiste Reynet, che respinge la conclusione di destro del giocatore forse più ispirato dei padroni di casa, Bryan Pele, autore di una bella azione in percussione solitaria prima della conclusione respinta dal portiere avversario.

Foto presa dal profilo “Twitter” ufficiale dell’ESTAC Troyes

L’occasione migliore per la formazione di Garcia capita qualche minuto, quando su calcio d’angolo battuto da Saif Eddine Khaoui, il pallone perviene in area di rigore a Samuel Grandsir che fa tutto molto bene, aggancio e conclusione immediata, tutto con il destro, con pallone che supera l’estremo difensore avversario ma trova sulla sua strada la respinta quasi sulla linea proprio del sopra citato Tavares.

Qualche minuto dopo arriva invece l’occasione migliore di contro per gli ospiti, e forse la più bella azione di tutto il match, con una grande giocata del nuovo entrato, il numero 9 Wesley Said, che semina due avversari prima di servire il numero 10, il tunisino Naim Sliti, il cui destro di prima intenzione dal limite dell’area si stampa sulla traversa e si spegne a fondo campo.

La disperazione di Sliti, foto presa da profilo “Twitter” ufficiale del Dijon FCO

A ulteriore testimonianza del sostanziale equilibrio del match l’occasione successiva, l’ultima palla gol del match, un’altra gran bella azione, stavolta su sponda opposta, con uno splendido doppio dialogo fra Mathieu Deplagne e capitan Kharim Azaoum-con colpo di tacco di questo ultimo che chiude il primo scambio fra i due-conclusosi con un destro in scivolata del primo-Deplagne, ndr-che si spegne sull’esterno della rete.

Risultato che quindi non sposta granché gli equilibri nelle zone basse della classifica del campionato francese, con il Digione che rimane al 13° posto a quota 32-alla pari del Caen-4 punti e 2 posizioni sopra il Troyes, fermo a quota 28.

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato