Juventus-Verona, Allegri “Domani Chiesa non c’è. Speriamo di ripartire al meglio e di raggiungere i nostri obiettivi.

La Juventus di Massimiliano Allegri è pronta a riprendere il proprio cammino in campionato, con i bianconeri che dovranno vedersela con il Verona nella gara di domani in programma all’Allianz Stadium.

Massimiliano Allegri è intervenuto oggi in conferenza stampa, alla vigilia del match contro il Verona. Il tecnico ha iniziato con un’ampia analisi sulla gara di domani “Speriamo di ripartire nel modo giusto domani, ripartire dopo la sosta è sempre complicato, noi veniamo da un periodo buono e quindi bisognerà avere molte attenzioni nella partita di domani. Ho parlato con i ragazzi e l’allenamento di stamattina mi ha dato buonissime sensazioni. Fin qui non abbiamo fatto ancora nulla, il mese di aprire sarà molto intenso e dobbiamo crearci la possibilità di avere un maggio importante e sarebbe quello di poter raggiungere le finali di Europa League e di Coppa Italia. Per quanto riguarda il campionato, momentaneamente abbiamo fatto 52 punti e quindi il nostro obiettivo e consolidare il nostro secondo posto sul campo. Domani si riparte dallo 0-0 e, quindi, bisogna resettare quanto fatto a Milano. Domani è una partita pericolosa, perché il Verona è una squadra che corre, che aggredisce a tutto campo. Noi a Verona facemmo molta fatica, poi a partita in cosa le qualità tecniche verranno fuori, ora è un periodo dove dobbiamo avere altri obiettivi rispetto a quelli di prima.

Il tecnico livornese si è poi espresso su Vlahovic e Chiesa e sugli indisponibili per la gara di domani “Chiesa non è convocato. Ha questo fastidio, sta lavorando bene, ma il dolore non lo abbandona. Domani non ci sarà, speriamo di averlo martedì a disposizione. Vlahovic è tornato molto bene, così come Milik che si è ripreso dall’infortunio. Di Maria è rientrato ed è a disposizione. Per me è importante averli tutti a disposizione, così avrò la possibilità di avere cambi a gara in corso. Ci avviamo verso un finale di stagione dove ad aprile ci saranno 9 partite. Dobbiamo arrivare all’obiettivo finale.

Sul sold out di domani all’Allianz Stadium “Questo affetto da parte dei tifosi è molto importante. Io credo che questa è una squadra che si fa voler bene e che rispecchia il dna della Juventus, che mette tutto quello che ha in campo e credo che questo i tifosi lo apprezzino molto, perché credo che sia la prima prerogativa per creare una squadra vincente.

Infine Allegri ha chiuso dedicando due parole sui giovani “Domani ci saranno le squalifiche di Rabiot e Paredes e, quindi, devo ancora decidere. Ci sono Miretti, Fagioli, Barrenechea e Soulè che volendo potrebbe fare anche il centrocampista aggiunto. Sono dei ragazzi che giocano oramai da tanto con la prima squadra, hanno giocato più di 4000 minuti alla Juventus e questo è molto importante per il futuro.”

Luigi Mango

Informazioni sull'autore
“L'ossessione batte il talento, sempre”. Laureato in Beni Culturali. Appassionato di cultura, scrittura e calcio.
Tutti i post di Luigi Mango