Juventus-Verona, Allegri: “Dobbiamo avere il giusto equilibrio. Vlahovic come Haaland e Mbappé”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Verona. Il tecnico bianconero ha chiesto equilibrio alla squadra dopo un mercato che ha entusiasmato l’ambiente.

Domani alle ore 20:45 la Juventus ospiterà all’Allianz Stadium il Verona nel posticipo domenicale valevole per la ventiquattresima giornata di Serie A.

Passata anche la penultima sosta per le nazionali, inizia un nuovo tour de force per la Juventus che prima dei quest’ultima ha pareggiato 0-0 nel big match contro il Milan. A Torino, ora, arriva un Verona carico e che viene da due vittorie consecutive, l’ultima in rimonta contro il Bologna.

Per questo nuovo tour de force, però, la Juventus potrà contare su due volti nuovi acquistati in questa sessione di mercato: Dusan Vlahovic e Denis Zakaria. I due dovrebbero essere titolari, ma nella conferenza stampa pre gara, Allegri non ha voluto dire nulla, rimarcando solo l’importanza di questo ciclo di partite: “La società ha fatto un ottimo mercato. Sono arrivati giocatori molto importanti come Vlahovic con caratteristiche importanti che a noi mancavano. Vlahovic insieme a Haaland e Mbappè sono tra i migliori. Zakaria è un centrocampista con grande tecnica e buon passaggio. Voglio ringraziare Bentancur e Kulusevski per quello che hanno dato e auguro a loro il meglio per la loro carriera. L’arrivo di due giocatori nuovi, invece, responsabilizzano di più tutti, gli obiettivi non cambiano perché dobbiamo entrare nei primi quattro posti. Questa è la parte più importante della stagione, non abbiamo più possibilità di recuperare”.

Allegri ha anche aperto alla possibilità di vedere in campo, dall’inizio o a gara in corso, il tridente offensivo composto da Dybala, Morata ed appunto Vlahovic. Il tecnico bianconero ha anche sottolineato come, però, per sostenerlo si debba correre e mantenere l’equilibrio: “I tre davanti possono giocare come no. Se giocano tutti e tre davanti devono correre se no non riusciamo a sostenerlo. Il vantaggio è che avrai più qualità davanti ma devi sempre avere equilibrio. Il rischio di domani è che giochi contro una bella squadra e Tudor ha fatto un ottimo lavoro e soprattutto nelle ultime quattro partite contro il Verona la Juventus non ha mai vinto. Ma domani con gli arrivi di Zakaria e Vlahovic non dobbiamo fare una partita da fuori giri. Dobbiamo avere equilibrio che è la forza di una grande squadra”.

Ad Allegri è stato poi chiesto un parere sia su Zakaria che su Vlahovic, con il tecnico bianconero chiaramente contento di poterli allenare. Il tecnico livornese ha affermato come Zakaria possa giocare davanti alla difesa in un centrocampo a due, avendo lunghe leve. Su Vlahovic, invece, Allegri ha dichiarato come si sia messo subito a disposizione e che ha qualità straordinarie, con ampi margini di miglioramento.

L’arrivo di Vlahovic, tuttavia, non cambia gli obiettivi che erano stati prefissati in precedenza. Allegri ha affermato come sia con che senza Vlahovic, la Juventus doveva comunque raggiungere i suoi obiettivi, ovvero entrare tra le prime quattro in classifica, provare a vincere la Coppa Italia e arrivare il più lontano possibile in Champions League.

Allegri ha poi ribadito come la squadra non debba farsi prendere troppo dall’entusiasmo e non sentire troppo la pressione, pensando solo a lavorare: “Noi abbiamo degli obiettivi e se arriviamo siamo stati bravi. Noi dobbiamo arrivare tra i primi quattro e non pensare se abbiamo o no la rosa più forte. Dobbiamo solo lavorare e non farci prendere dall’entusiasmo e fare dei fuori giri”.

Nell’ultima sessione di mercato hanno salutato Bentancur e Kulusevski, con la cessione dello svedese che non è stata valutata positivamente da una parte degli addetti ai lavori e dai tifosi. Allegri ha affermato come di Kulusevski sia rimasto soddisfatto, ma che si sono fatte delle scelte guardando anche il lato economico e non si potevano tenere tutti i giocatori.

Per quanto riguarda la formazione che scendereà in campo domani, saranno ancora assenti Bonucci, Cuadrado, Alex Sandro e Bernardeschi, mentre Arthur giocherà dal primo minuto al posto di Locatelli. Ad Allegri è stato anche chiesto se la Juventus possa tornare in corsa per lo scudetto con questi nuovi innesti, ma il tecnico bianconero è stato realista: “Noi difficilmente rientreremo nel giro scudetto a meno che non svengano tutte la davanti. Credo ce l’Inter sia fuori dalla nostra portata, ma l’Inter resta la favorita”.

Negli ultimi giorni si è parlato anche di mercato estivo, con Nicolò Zaniolo della Roma accostato alla Juventus. Allegri, tuttavia, non si è voluto pronunciare sulla questione: “È appena finito il mercato e vediamo cosa facciamo noi. Non ha senso parlarne perché è un giocatore di un’altra squadra, adesso pensiamo al campo”.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei