Juventus-Udinese, Allegri: “Bisognerà avere molta pazienza. La squadra sta mettendo il massimo impegno”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Udinese. Il tecnico bianconero ha affermato che ci vorrà pazienza domani e che la squadra si sta impegnando per ottenere risultati.

Domani alle ore 20:45 la Juventus affronterà all’Allianz Stadium l’Udinese nella partita valevole per ventiduesima giornata di Serie A.

Entrambe le squadre vanno in cerca di riscatto, con i bianconeri che vengono dalla sconfitta in Supercoppa contro l’Inter, mentre i friulani arrivano dalla disfatta casalinga per 6-2 contro l’Atalanta.

La Juventus non può fermarsi e deve dare continuità alla vittoria ottenuta in campionato contro la Roma la scorsa settimana, ma non dovrà avere fretta ed essere lucida. E’ questo ciò che chiede Massimiliano Allegri che ha presentato oggi la partita in conferenza stampa, affermando come non si debba parlare di reazione: “Non è questione di reazione perché la Supercoppa è una partita secca e il campionato è un percorso più lungo. L’Udinese è una squadra molto fisica e sarà una partita molto diversa rispetto a quelle contro Inter e Roma. Bisognerà avere molta pazienza. Dobbiamo avere molta lucidità ed essere molto tecnici per cercare di vincere e invertire la rotta con le piccole squadre”.

Allegri ha annunciato dei cambi in vista di domani, affermando come la squadra stia bene e che gli unici assenti saranno Danilo e Bonucci. Il difensore azzurro ha avuto un risentimento alla coscia nella giornata di ieri e tornerà dopo la sosta, saltando anche il Milan. Il tecnico bianconero ha poi blindato Arthur, affermando come la rosa resterà questa fino a fine stagione e che ci vuole serenità.

La partita contro l’Inter ha evidenziato come ci sia ancora un gap tra le due squadre. Allegri ha dichiarato come la Supercoppa sia una partita che fa storia a sé essendo una gara secca e che la sua squadra debba migliorare contro le piccole. Il tecnico livornese, però, ha sottolineato l’impegno della squadra in ogni match: “Credo che la squadra stia mettendo il massimo impegno per ottenere i risultati. La Juve era nettamente sfavorita, qualcuno aveva previsto un goleada. La squadra ha fatto bene, in alcune situazione dovevamo fare meglio quando eravamo in vantaggio e abbiamo avuto alcune situazioni potenzialmente importanti. La squadra ha fatto bene contro un’ottima Inter. Dispiace perdere al 120′ ma il gol non deve cambiare i giudizi”.

Riguardo la situazione di Dybala, Allegri non si è svoluto sbottonare, ribadendo ancora una volta quanto l’attaccante argentino sia importante per la Juventus e che si aspetta molto da lui in questa seconda parte di stagione. Per Allegri è normale che ci siano tanti giocatori in scadenza, affermando come sono situazioni che poi vanno viste a fine stagione e che fin quando si gioca non si deve pensare ad altro. Il tecnico bianconero ha poi dichiarato come Arrivabene abbia fatto osservazioni giuste, sottolineando come le valutazioni si fanno a Marzo e ad Aprile.

Tra i giocatori che hanno fatto meglio contro l’inter c’è Weston McKennie che si sta mostrando in gran crescita. Anche Allegri ha confermato la sua crescita, aggiungendo come non sia il solo: “McKennie più che punto fermo si muove perché l’altra sera ha fatto 16 km. È cresciuto, ma tutta la squadra sta crescendo. Noi dobbiamo capire che non possiamo giocare sotto ritmo”.

Domani contro l’Udinese per Allegri sarà al trecentesima partita da allenatore della Juventus. Al tecnico bianconero è stato chiesto quale partita ricorda con più piacere, con Allegri che ha risposto di ricordare più quella contro il Real Madrid: “Sicuramente quella di Madrid anche se siamo stati eliminati ma abbiamo fatto una partita meravigliosa. Anche a Londra con il Tottenham dove eravamo in emergenza o Monaco ma Madrid è stata una bella partita e avevamo quasi ribaltato il risultato”.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo domani, Allegri ha fatto sapere che Rugani e De Ligt giocheranno al centro della difesa, con Chiellini che non sarà rischiato dopo averlo fatto giocare sia sabato che mercoledì. A centrocampo potrebbe vedersi ancora Rabiot, a cui Allegri ha fatto i complimenti per la sfida contro l’Inter: “Rabiot ha fatto una buona partita sovrastando Barella a tutto campo. Rabiot è un giocatore votato al sacrificio è stato una bella sorpresa perché ha corso molto e si è sacrificato facendo quello che doveva fare”.

Dopo il gol di Sanchez, Bonucci ha litigato con un dirigente dell’Inter in maniera abbastanza dura, mentre al termine della sfida contro il Napoli, Allegri è stato squalificato per aver detto qualcosa di troppo all’arbitro. Il tecnico bianconero, però, ha negato ci sia nervosismo e non ne ha fatto un caso: “Io in 20 anni sono stato squalificato due volte. Dopo il Napoli ho detto delle cose all’arbitro sbagliando. Bonucci ha pagato la multa e al termine della partita possono starci dei battibecchi e finisce il caso. Come comportamenti abbiamo sempre tenuto comportamenti lineari e rispettosi. Doveri è stato molto bravo nel gestire e condurre la partita”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei