Juventus-Napoli 2-0, Pirlo: “Dovevamo mostrare il nostro orgoglio. Non meritavamo tutte quelle critiche dopo l’Inter”

Le parole dell’allenatore della Juventus Andrea Pirlo alla Rai dopo la vittoria in Supercoppa contro il Napoli per 2-0. Il tecnico bianconero contento dell’orgoglio mostrato in campo dalla sua squadra.

La Juventus non sbaglia due partite di fila ed al Mapei Stadium di Reggio Emilia stende 2-0 il Napoli, conquistando la decima Supercoppa Italiana della sua storia.

Pirlo

Dopo un primo tempo molto equilibrato, con Szczesny miracoloso su Lozano, i bianconeri sono venuti fuori nella ripresa ed hanno trovato la vittoria con le reti di Cristiano Ronaldo e Morata.

Primo trofeo da allenatore per Andrea Pirlo che a Rai Sport non ha nascosto la sua gioia. L’allenatore bianconero si è poi mostrato soddisfatto per la prestazione della squadra che ha risposto presente dopo la brutta sfida di San Siro: “Grande gioia, alzare il primo trofeo da allenatore è qualcosa di diverso, ancora più che da giocatore, perchè sei al comando di una squadra così importante, di una società storica, quindi è ancora più bello. Difficile vedere finali belle, era importante vincere soprattutto dopo la sconfitta con l’Inter. Dovevamo mostrare il nostro orgoglio, quando vai in campo così fa piacere”

Una vittoria che è servita secondo Pirlo a far capire che la Juventus non era quella vista contro l’Inter. Il tecnico bianconero si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, dichiarando come la squadra non meritasse tutte le critiche ricevute dopo la sconfitta con i nerazzurri: “Stiamo cercando di portare avanti questo gioco, di domenica in domenica alcuni mancano per infortunio o per la pandemia. Non è facile mandare in campo gli stess i ma il gruppo mi segue dal primo giorno. Dopo la gara con l’Inter non ci meritavamo tutte queste critiche“.

Chi ha sorpreso in positivo di questa partita è stato Cuadrado, risultato negativo al COVID-19 solo oggi ed è stato decisivo. Pirlo si è complimentato con il colombiano, non pensando che il giocatore sarebbe potuto restare in campo per tutti e 90′: “Fortunatamente è stato asintomatico in questi giorni, ha lavorato bene a casa. Pensavamo durasse di meno ma ha tenuto fino al 95′. C’è da fargli i complimenti: si è allenato da solo e ha giocato in questo modo”.

Anche lo stesso Pirlo ha subito varie critiche dopo la sconfitta contro l’Inter. Il tecnico ha dichiarato come non ci pensa a tutto ciò e sente la fiducia e la forza della sua società: “E’ facile portarti su e poi giù in un secondo. Ho avuto una carriera lunga, fatta anche di alti e bassi, io lavoro ogni giorno: ho una squadra forte, una società solida e lavoro con le cose che ho in testa“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei