Juventus-Fiorentina 0-3, Pirlo: “Quando entri con la testa così vai incontro a brutte figure. Episodi sotto gli occhi di tutti”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a Sky dopo la pesante sconfitta subita contro la Fiorentina per 3-0. Il tecnico bianconero non cerca alibi e bacchetta i suoi per l’atteggiamento.

Prima sconfitta in campionato per la Juventus che all’Allianz Stadium soccombe 3-0 contro una Fiorentina gagliarda nella quattordicesima giornata si Serie A.

Pirlo

La Viola è partita forte ed al 3′ ha trovato l’1-0 con Vlahovic che tutto solo davanti a Szczesny non ha sbagliato. Al 18′ è arrivata l’espulsione di Cuadrado che ha messo ulteriormente in discesa la partita e nel secondo tempo l’autorete di Alex Sandro e la rete dell’ex Caceres hanno reso il passivo ancor più pesante.

Una sconfitta che ora può portare il Milan lontano dieci punti, visto che nel pomeriggio il CONI ha annullato il 3-0 a tavolino contro il Napoli. Andrea Pirlo, però, a Sky non vuole alibi ed ha dichiarato come la sentenza non abbia influito sulla brutta prestazione, nata a causa del pessimo atteggiamento avuto ad inizio gara: Quando entri con la testa così poi vai incontro a brutte figure come è successo oggi. A parte gli episodi che sono successi, abbiamo avuto un brutto atteggiamento iniziale, poi vai incontro a queste figure. Purtroppo non doveva essere così, nelle partite prima di Natale capita di avere la testa magari alle vacanze, invece non dovevamo permettercelo, siamo entrati molli fin dai primissimi minuti e quando sei così poi le partite diventano difficili, rimani in dieci, poi sono difficili da recuperare“.

L’allenatore bianconero ha parlato anche dell’arbitraggio di La Penna che ha negato ai bianconeri due rigori e perdonato a Borja Valero il secondo giallo. Per Pirlo sono episodi chiari a tutti e non ha voluto commentare oltre, lasciando giudicare gli altri: Le immagini mi sembrano chiare, l’espulsione di Cuadrado era chiarissima, ma potevano esserci anche degli altri episodi a favore per noi che però non voglio commentare perchè li vedono tutti”.

Rispetto a Parma si è vista completamente un’altra Juventus, condizionata forse anche dall’uomo in meno. La pensa così anche lo stesso Pirlo che ha ribadito come la partita si sia messa in salita, rimarcando tuttavia come gli episodi avrebbero potuto cambiare la gara: “Dopo dieci minuti rimani in dieci e sei sotto di un gol, non credo che bisogna parlare di prestazione tecnico-tattica. Eravamo riusciti a rimanere in partita, se poi sull’1-0  loro rimangono in dieci con un rigore a nostro favore, credo che la partita possa cambiare. A parte la brutta prestazione iniziale nostra, nel secondo tempo li abbiamo tenuti lì, abbiamo avuto delle occasioni, poi dopo gli episodi hanno fatto il resto“.

A Pirlo è stato chiesto poi un parere personale sulla sentenza del CONI che ha accolto il ricorso del Napoli. Per l’allenatore juventino, è stato fatto un torto alle altre squadre: “Noi non possiamo farci niente, non abbiamo problemi a rigiocare. Dispiace per le altre squadre che hanno viaggiato e perso punti senza dir niente, partendo e giocando senza chi aveva il Covid. Dispiace più per loro che per noi”.

Ora, Inter e Milan possono scappare, ma Pirlo non ha intenzione di mollare, pur riconoscendole come favorite per lo scudetto: “Noi ci sentiamo forti, se sono più avanti significa che lo sono più di noi. Non nascondiamoci, se sono lì significa che sono le favorite”. Il tecnico bianconero ha poi fatto sapere che con la società si parlerà anche di mercato nei prossimi giorni

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei