Juventus-Atalanta, Allegri: “Sarà una gara complicata come sempre. Dybala può partire titolare”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Atalanta. Il tecnico bianconero ha sottolineato la difficoltà della partita e rivelando che Dybala sarà titolare.

Domani alle ore 18:00 match clou all’Allianz Stadium dove la Juventus ospiterà l’Atalanta nella partita valevole per la quattordicesima giornata di Serie A.

I bianconeri vogliono rialzare la testa dopo il pesantissimo 4-0 di Londra subito per mano del Chelsea, mentre i nerazzurri vogliono allungare su una diretta concorrente in ottica quarto posto.

Negli ultimi anni le sfide tra Juventus ed Atalanta sono sempre state molto equilibrate ed anche quest’anno sarà così. Anche Massimiliano Allegri in conferenza stampa ha sottolineato come la partita di domani non sarà semplice, facendo i complimenti all’Atalanta: “Domani è una partita tra due squadre che lottano per il quarto posto. Bisogna fare i complimenti a loro, alla società e a Gasperini perché stanno ottenendo risultati importanti. Sarebbe bello se tutte le squadre italiane passassero agli ottavi di Champios. È una partita complicata bisogna giocare bene tecnicamente e sarà sicuramente una bella partita”.

Il tecnico bianconero è poi tornato sulla batosta di Londra, affermando come si sia trattato di una brutta figura e che non si doveva perdere 4-0. Allegri ha comunque affermato come per lui, paradossalmente, la squadra abbia interpretato meglio il primo tempo di Londra che quello di Torino contro i Blues e che ora bisogna concentrarsi sul campionato. La Juventus è attesa da gare molto importanti fino alla fine e prima di Natale Allegri vuole ritrovarsi più in alto in classifica.

Allegri ha poi fatto il punto sugli infortunati, annunciando il rientro di Chiellini e Bernardeschi che già ieri si sono allenati in gruppo, mentre De Sciglio rienterà per la sfida contro la Salernitana. Sarà ancora out Ramsey per il problema al flessore accusato in nazionale, mentre sarà della partita Dyabala. Ad affermarlo è stato lo stesso Allegri: “”Dybala è in una buona condizione e domani può partire titolare”.

Nonostante la brutta batosta con il Chelsea, Allegri ha affermato come non servano sfuriate, ma capire i momenti che sta vivendo la squadra, trovando le parole migliori per risollevare il morale. Il tecnico livornese ha poi dichiarato come l’obiettivo in Champions sia stato raggiunto: “La squadra dopo una partita importante come quella di Roma, è arrivata a Londra giocando un buon primo tempo e poi ci siamo sciolti. La brutta figura rimane e siamo dispiaciuti, ma la partita da vincere era quella di andata contro i campioni d’Europa che sono in testa alla Premier. Ultimamente hanno subito un solo gol, a Torino contro la Juventus

Domani la Juventus sfiderà un’altra squadra della parte alta della classifica e non sarà facile battere l’Atalanta. Allegri, però, ha sottolineato come la squadra non abbia fatto risultati con le cosiddette piccole. Il tecnico bianconero ha dichiarato come bisognerà avere una approccio totalmente diverso: “Domani sarà una partita di grande livello contro una squadra importante, poi ci sono le ultime cinque che per noi sono state il nostro tallone d’Achille. Serve equilibrio e avere un approccio diverso. Bisognerà fare queste gare, soprattutto dopo l’Atalanta, in modo diverso, perché le abbiamo pagate a caro prezzo. Domani è una partita difficile, impegnativa, bella da giocare e ci sono tutti gli stimoli. Ieri eravamo abbacchiati dopo Londra, ma ieri la squadra ha fatto un bell’allenamento”.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo domani, Allegri ha ancora dei dubbi tra cui quello di Chiesa che nelle ultime partite non è stato al top. Il tecnico livornese però ha difeso l’ex Fiorentina, affermando come nelle ultime gare abbia fatto vedere buone cose, dichiarandosi contento del rendimento. Contento lo è anche di Arthur che potrebbe avere una chance dal 1′, anche se Allegri non ha fatto capire se il brasiliano sarà titolare.

Allegri ha poi dichiarato come la rosa prometta bene, c’è qualità su cui lavorare e va fatto un percorso di crescita generale per migliorare i risultati. A domanda sul se pensava di trovare prima una quadra, Allegri ha risposto che l’obiettivo suo e della dirigenza è di riportare la Juventus a fare risultati e a vincere: “Quando ho parlato col presidente lui mi ha chiesto di tornare e di lavorare assieme alla società per cercare di far tornare la Juventus a essere sostenibile e a ottenere risultati. Poi vedremo quanto tempo ci vorrà se sarà un anno, sei mesi o due, noi facciamo il possibile perché accada. Era impensabile che la Juventus continuasse a vincere per vent’anni. Il campionato è tornato equilibrato con il ritorno di Inter e Milan. La squadra ha bisogno di lavorare, ci vuole un attimo di pazienza. Sicuramente potevamo fare meglio, ce lo auguravamo”.

Secondo Allegri, il problema della Juventus non è che vada in difficoltà quando deve fare la partita, ma è solo un problema di differenza reti. Il tecnico bianconero ha dichiarato come la squadra abbia fatto meno gol di quelli che avrebbe meritato: ” Magari da domani faremo quattro gol a partita, non lo so. I gol nelle gambe li abbiamo, solo che ne abbiamo fatti meno. Abbiamo fatto 18 gol e subiti 15. Le squadre che ci stanno davanti hanno subito i nostri gol, ma ne hanno fatto 30, 32 e 38. Il calcio è cambiato molto ma la differenza reti è quella che ti fa vincere i campionati. Io poi divento noioso perché sono anche passato, ma i campionati li vinci con la differenza dei gol fatti e subiti e da qui non si scappa”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei