Inter-Torino 3-1, dichiarazioni post-partita Conte: “Vittoria meritata, bravi a reagire allo sfortunato svantaggio”

Termina 3-1 per l’Inter il match contro il Torino valido per la trentaduesima giornata di serie A. Per i nerazzurri vittoria in rimonta grazie ai gol di Young, Godin e Lautaro Martinez. Non basta Belotti al toro. 

Un Antonio Conte molto soddisfatto ha così analizzato il match: “Stiamo vivendo un periodo in cui ogni episodio ci va male. Uno come Samir non sbaglia così mai, in questo momento, però, davvero sembra che tutto può succederci. Per il resto inutile dire che la vittoria è stata meritata, abbiamo avuto sempre il dominio della palla e del campo”. 

La reazione: “Il gol subito avrebbe potuto crearci scompensi a livello psicologico, invece i ragazzi hanno risposto alla grande, imponendo il loro gioco e rimonta di la partita”. 

Tanti marcatori a segno: “Con Godin salgono a 18 i nostri nuovi marcatori. Sono molto felice di questa cosa, è espressione di calcio totale”. 

Antonio Conte, 50 anni, allenatore dell’Inter

La sua permanenza: “Non ho mai detto che sarei andato via dall’Inter. Ho un contratto di 3 anni che voglio portare a termine. Se poi il presidente vorrà, mi dirò pronto pure a firmare un rinnovo con questi colori”. 

Gli aspetti da migliorare: “La squadra sta bene, quest’oggi anche Sanchez ha fatto rivedere sprazzi fisici dalla sua forza unica. Averlo prima a disposizione, senza infortunio, ci avrebbe fruttato senza alcun dubbio qualche punto in più”. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi