Inter: richiamati in Italia i calciatori stranieri entro Pasqua

L’Inter richiama i 7 giocatori espatriati lontano da Milano, per la prossima settimana. L’obbiettivo è quello di tenere sott’occhio la loro forma fisica nel periodo pasquale e, nel mentre, fargli trascorrere il secondo periodo di quarantena obbligata.

In vista di una possibile ripresa degli allenamenti l’Inter si tutela e richiama a Milano tutti i calciatori. L’obbiettivo di Antonio Conte è quello di poter osservare da vicino più vicino i suoi, dettando allenamenti personalizzati e alimentazione.

Mentre, per la società, c’è comunque l’obbligo di gestire al meglio una possibile ripresa degli allenamenti. Sembrerebbe, infatti, che si vada verso la decisione di far proseguire il prossimo campionato e calcolando i 14 giorni di quarantena obbligata per tutti coloro che tornano in Italia, c’è la massima esigenza di stringere i tempi.

Ad oggi sono Marcelo Brozovic, Samir Handanovic, Romelu Lukaku, Christian Eriksen, Ashley Young, Victor Moses e Diego Godin i calciatori lontani da Milano.

La buona notizia, per Antonio Conte e la società, però, è che tutti i calciatori sopra citati non distano molto dal luogo in cui dovranno fare ritorno. L’unico che potrebbe tornare un po’ più tardi potrebbe essere, infatti, il solo Diego Godin tornato in Uruguay. Tutti gli altri non nominati, invece, hanno scelto di non spostarsi dalla città meneghina.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi