Inter-Milan 1-2, dichiarazioni post-partita Conte: “Milan bravo e fortunato, noi bravi ma sfortunati. Ecco la differenza”

Termina 1-2 il match tra Inter e Milan valido per la quarta giornata del campionato di Serie A. Per i rossoneri decisiva la doppietta di Ibrahimovic. All’Inter non basta Lukaku.

Un Antonio Conte molto amareggiato ha così analizzato il match nel post-partita: “Milan bravo e fortunato, noi bravi e sfortunati. La partita di oggi la descriverei così. Senza pensare alle assenze, sono felice di come i ragazzi abbiano giocato la gara, abbiamo creato tanto e avremmo meritato indubbiamente di più”.

Problemi difensivi: “Credo di essere stato chiaro, l’idea di calcio dell’Inter verte sull’offensività. Giochiamo con Hakimi e Perisic che sono più ali che terzini. Poi è chiaro che l’equilibrio sia una cosa fondamentale. Ci stiamo lavorando”.

Serie A 2020-21, le date dei ritiri
Antonio Conte, 51 anni, allenatore dell’Inter

Sul mercato: “Il mio obbiettivo è quello di far rendere al meglio i ragazzi che ho ad oggi. Non sta a me parlare di mercato e di tutte le cose che circondano questo tema”.

Su Kolarov e Sanchez: Alexander ha già giocato nei 3 di difesa, sia in nazionale che nei club, lo ha sempre fatto per bene e penso che per lui questo sia il miglior ruolo possibile. Sanchez, invece, non mi andava di rischiarlo, abbiamo un ciclo di 7 partite importanti e non possiami permetterci di perdere Alexis”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi