Inter – Juventus 2-0, voti e pagelle: Bastoni,Barella e Hakimi l’oro nerazzurro. Nella Juve si salva solo l’orgoglio di Chiellini

L’Inter vince 2-0 contro la Juventus nel posticipo della 18° giornata di campionato. A San Siro i nerazzurri si aggiudicano il Derby d’Italia grazie al gol di Vidal nel primo tempo e di Barella nella ripresa. Inter che aggancia momentaneamente in vetta il Milan a 40 punti, Juventus 5° a 33 punti e con una gara da recuperare.

L’Inter torna alla vittoria in campionato dopo il KO contro la Sampdoria e il pari con la Roma e lo fa nella partita più importante. 2-0 alla Juventus a San Siro e primo posto del Milan agganciato. Vittoria meritata dei nerazzurri che sfruttano gli errori dei bianconeri sui gol e rischiano poco. Juventus pigra e distratta e che paga assenze e atteggiamento offensivo arrivato in ritardo.

Per il big match di Milano Conte sceglie il solito 3-5-2 con Handanovic in porta, Bastoni, de Vrij e Skriniar in difesa. Hakimi e Young sulle fasce, mediana con Barella, Brozovic e Vidal. In attacco Lautaro e Lukaku.

Pirlo risponde con un 4-4-2 con Szczesny tra i pali, Frabotta, Chiellini, Bonucci e Danilo in difesa. Ramsey, Bentancur, Rabiot e Chiesa a centrocampo. Cristiano Ronaldo e Morata davanti.

Nella prima frazione di gioco l‘Inter approccia discretamente il match, sfruttando una migliore organizzazione complessiva rispetto agli avversari, anche se nerazzurri che appaiono sempre timorosi e poco convinti.

La Juventus pressa alto ma disorganizzata e per i mediani dell’Inter è facile eludere la pressione bianconera e lavorare soprattutto sull’out destro, sul frangente Barella e Hakimi. E da quest’asse che al al 12° l’Inter trova il vantaggio. Cross di Barella dalla trequarti, Vidal in area stacca su Danilo e segna l’1-0.

Inter che sfrutta l’errore difensivo della Juventus e si trova avanti. La squadra di Conte però pur non rischiando nei primi 45, difetta sempre in cattiveria e voglia di attaccare e spreca troppe occasioni (con Lukaku e Lautaro) per incrementare il vantaggio.

Nella ripresa il canovaccio non cambia, un Inter seppur non fulmine di guerra fa gioco su una Juventus spenta, tatticamente confusa e senza idee di gioco e con assenze importanti.

Al 52° Bastoni si inventa col mancino un lancio dalla sua metà campo che taglia il centrocampo Juve e che trova Barella da spedire in area. Aggancio dell’ex Cagliari che batte per il 2-0 col destro.

Pirlo cambia l’assetto troppo tardi in un 3-4-3 levando gli insufficienti Ramsey, Rabiot e Frabotta per Bernardeschi, Kulusevski e McKennie. La Juventus alza i giri, attacca meglio l’Inter che va in apprensione ma che nei fatti non subisce veri pericoli.

Il primo pericolo arriverà solo al minuto 80 con Chiesa, trovando Handanovic reattivo. L’Inter fa una partita dove mostra i suoi pregi (una squadra tatticamente organizzata e tecnicamente valida) e i suoi difetti dove spreca tanto e manca nella serenità di volerla chiudere e giocare senza timore.

VOTI E PAGELLE INTER – JUVENTUS

TOP INTER

BARELLA, 9: partita da campione del centrocampista nerazzurro. In asse con Hakimi fa quello che vuole alla sonnolenta mediana bianconera e mostra tutto il repertorio. Ripiegamenti, sacrificio, copertura, inserimenti, assist (dell’1-0) e gol (del 2-0). Forse l’uomo chiave della partita.

HAKIMI, 8: il missmatch tecnico e atletico con Frabotta era una delle armi principali dell’Inter per sfondare e riesce. Non viene mai tenuto, arriva sempre e crea scompiglio alla retroguardia della Juve. Soprattutto erve per sganciare Barella. Spreca troppo però.

BASTONI, 8.5: classe 1999 e in prospettiva è il difensore italiano più forte dei prossimi anni ed è già al secondo anno titolare all’Inter. Partita quasi perfetta del centrale nerazzurro che contiene bene due clienti non facili come Morata e Ronaldo e si inventa un lancio notevole per il 2-0 dei suoi.

TOP JUVENTUS

CHIELLINI, 6: Nella serata no di San Siro da parte della Juventus quello che sfigura meno è il più esperto e al rientro con un avversario difficile. Non ha colpe sui gol, ma la sua prestazione contro Lukaku è ottima dando filo da torcere al 9 belga. Soffre nelle ripartenze, ma è il più lucido dei suoi.

FLOP INTER

LUKAKU, 5: solito sacrificio e qualche buona accelerazione ma onestamente doveva farsi valere di più contro Chiellini. E invece è un Lukaku in tono minore, più timido e che nei big match fatica ancora a imporsi.

FLOP JUVENTUS

RAMSEY, 4: messo fuori ruolo come ala sinistra nel 4-4-2 si eleva per inutilità. Mai incisivo in fase offensiva seppur svariando e accentrandosi, e disastroso in fase di copertura dove lascia totalmente solo Frabotta contro i due migliori dell’Inter. Cioé Barella e Hakimi.

RABIOT, 4: almeno il collega di reparto Bentancur tenta la giocata e prova a impostare ed è l’unico che prova a duellare con Barella. Il francese è molle, va a velocità minima e non dà contributo. Esemplare un’azione dove viene sverniciato in accelerazione dall’ex Cagliari.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco