Inter-Juventus 1-2, dichiarazioni post-partita Conte: “Juventus ancora molto superiore, soprattutto a livello di rosa”

Termina 1-2 per la Juventus il match contro l’Inter valido per la settima giornata del campionato di Serie A. Per i bianconeri  le reti di Dybala e Higuain annullano il pareggio nerazzurro firmato da Lautaro.

Un Antonio Conte un po’ amareggiato ha così analizzato il match nel post-partita: “Sono orgoglioso di quanto fatto dei miei. Dispiace per il risultato, ma sia questa che la partita con il Barcellona devono servirci come carica di fiducia. Così come nel match di mercoledì, anche oggi siamo riusciti a tenere testa a una squadra superiore a livello di organico. La Juventus ha due squadre da poter schierare, questo non va dimenticato”. Rosa non troppo lunga che potrebbe essere proprio il problema dell’Inter per il proseguo della stagione: “Dopo la sosta ci ritroveremo nuovamente a giocare 7 partite in 25 giorni. Ho bisogno di risposte da tutti i calciatori in rosa perché avrò bisogno di attingere ancor di più. Ho avuto troppi calciatori che hanno dovuto giocare sempre, come ad esempio Skriniar, Sensi e Brozovic”.

Nerazzurri che sono infatti andati nel pallone subito dopo l’uscita dal campo di Sensi: “L’infortunio di Sensi in quella fase di partita lo abbiamo pagato caramente. Nella seconda frazione, però, siamo stati bravi a riequilibrare la gara, portando il match in una fase in cui potevano esserci gol da entrambe le parti”. Impossibile, infine, non chiedere al tecnico le emozioni relative all’affrontare il suo passato: “In realtà i bianconeri li ho già sfidati con l’Arezzo e con l’Atalanta. La vivo come le altre sfide contro squadre forti”.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi