IFAB: le decisioni su fuorigioco automatico, sostituzioni e riserve in panchina

IFAB, fissate nuove regolea partire dalla stagione 2022-23: confermate le cinque sostituzioni, da effettuarsi in tre slot. Via al fuorigioco semiautomatico?

Nuove regole, e gradite conferme: l’IFAB, l’organo internazionale che delibera sul regolamento del gioco del calcio, ha difatti confermato le cinque sostituzioni per partita, da effettuarsi in un massimo di tre slot più l’intervallo, a partire dalla stagione 2022-23.

Inizialmente concepita come strumento di supporto ai club, durante il periodo della pandemia che era coinciso con incontri tra loro molto ravvicinati, la regola delle cinque sostituzioni a partita diventa dunque definitiva. Un’innovazione che permetterà agli allenatori di giocarsi più carte durante le partite e avere più soluzioni a disposizione.

IFAB
Immagine tratta da Wikipedia

IFAB: la regola sul fuorigioco semiautomatico

Un’altra importante novità riguarda l’introduzione del fuorigioco semiautomatico. Questa prassi, utile ad individuare l’eventuale posizione irregolare degli atleti in campo, prevederebbe l’istituzione di una nuova figura arbitrale, un assistente AVAR specializzato in materia di offside, e l’installazione nell’impianto sportivo di dodici telecamere.

Queste rilevano la posizione esatta dei giocatori attraverso un software che individua 29 punti sul corpo dei giocatori in campo. 50 fotogrammi al secondo vengono dunque trasmessi alla sala dell’assistente Var, che può avere a disposizione immagini accurate per prendere una decisione. Il fuorigioco automatico, nelle intenzioni dell’IFAB, dovrebbe ridurre i tempi decisionali degli arbitri, e minimizzare ancor più gli errori.

In ultimo, viene ampliato anche il numero dei sostituti che ogni club potrà mettere a referto prima delle partite: si passa da un massimo di 12 sostituti a 15.