GP 70° Anniversario attraverso gli occhi della Mercedes

Il GP del 70° Anniversario per la Mercedes è stato decisamente frustrante. Lewis Hamilton ha sofferto di un graining spaventoso e Valtteri Bottas si è visto soffiare via una vittoria che sembrava sicuro proprio sotto il naso. Sono direttamente i protagonisti a dire cosa ne pensano della gara.

Fonte: Mercedese profilo ufficiale

GP del 70° Anniversario: Mercedes frustrata

Valtteri Bottas , come dicevamo in apertura, si è visto sottrarre una vittoria da sotto il naso. Ecco cosa ne pensa il finlandese di questo Gran Premio sfortunato per lui.

Quella di oggi è stata una gara frustrante. Non è mai favoloso partire dalla pole e finire terzi. penso che siamo parecchio indietro dal momento che ho perso la posizione in pista contro Max. potenzialmente potevamo attendere di più per il secondo stint, come ha fatto Lewis, per essere in grado di spingere di più verso la fine della gara con gomme più fresche.

Hamilton ed il suo unico rivale: il blistering

La gara di Lewis Hamilton è stata condannata dal blistering, che ne ha macchiato tutti e 52 i giri del GP.

Quella di oggi è stat a una gara molto difficile. Max ha vinto giocando pulito e la Red Bull non ha avuto i prblemi con le gomme che abbiamo avuto noi. Facevo tutto il possibile per avere cura delle gomme ma il blistering arrivava lo stesso , non faceva differenza niente di quello che provavo a fare per limitare il fenomeno.”


Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Silvia Giorgi

Informazioni sull'autore
Classe 1990, mi sono laureata in Lingue a Bari (ne parlo 4) e appassionata di sport da sempre (ho fatto equitazione per un bel po'). Sin da bambina ho sempre avuto il sogno di diventare una giornalista sportiva. Gli sport che amo di più sono equitazione, pattinaggio su ghiaccio e il motorsport a 360 gradi. Il mio preferito? La Formula 1, ovviamente.
Tutti i post di Silvia Giorgi