Frosinone-Juventus 0-2: successo arrivato con qualche difficoltà, ancora Cristiano Ronaldo a segno

Ancora Cristiano Ronaldo nel tabellino dei marcatori, seguito da Bernardeschi.
Bernardeschi esulta assieme a Cristiano Ronaldo per la seconda rete bianconera.
Fonte: Twitter Bernardeschi

Un successo che porta i bianconeri a punteggio pieno, unica squadra in questa Serie A 2018-19. I suoi distacchi sulle concorrenti si fanno importanti. L’unica squadra che tenta di resistere è il Napoli di Carlo Ancelotti, tre punti dietro.

Dopo il turno infrasettimanale ci sarà lo scontro diretto dell’Allianz Stadium, in programma per sabato prossimo. Lì vedremo a che punto saranno le due formazioni, se c’è spazio per una probabile insidia, oppure anche quest’anno i bianconeri viaggiano sul velluto.

Il Frosinone ha cercato di costruire la diga di fronte a Sportiello. Centrocampo molto folto e ricco di giocatori più abili a distruggere che costruire il gioco. Chibsah, Hallfredsson e Maiello sono l’esempio perfetto di come si possa costruire, o almeno tentare di farlo, un muro di fronte agli avversari.

Alla fine, però, il tasso tecnico differente è emerso in tutta la sua evidenza. Bernardeschi, da quando è entrato in campo, ha fatto la differenza. Qqualità tecnica e imprevedibilità, un’arma in più a disposizione di Allegri.

All’inizio dell’incontro c’è stato l’utilizzo di Cuadrado nell’insolito ruolo di terzino destro, poi a metà della ripresa è subentrato Cancelo e si sono viste delle differenze per quanto riguarda i cross in area dalla fascia. Non è nuovo a questi esperimenti il mister, dato che vede il colombiano come possibile alternativa e utile nel far rifiatare l’esterno portoghese. 

Infatto mercoledì c’è stato l’impegno di Champions Leaguenon proprio agevole per la Vecchia Signora, sul campo di un Valencia molto duro e alle volte anche scorretto nel suo modo d’interpretare la partita. 

Alla fine solo Khedira è dovuto uscire malconscio dalla sfida, con l’utilizzo di Emre Can dal primo minuto assieme a Bentancur. Il tedesco di orgini croate è stato molto utile, perché ha garantito anche una certa dose di fisicità in mezzo al campo, con meno palleggio rispetto a Khedira, ma con molto ordine e presenza.

In difesa Rugani è stato inserito al posto di Bonucci, per farlo rifiatare. Mercoledì c’è il Bologna e sabato il Napoli, uno snodo cruciale in questa prima fase del campionato.

 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega