Fiorentina-Juventus 1-1, Pirlo: “Bruttissimo primo tempo, meglio la ripresa. Rispetto a prospettive iniziali non sono contento”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a Sky al termine della partita pareggiata 1-1 contro la Fiorentina. Il tecnico bianconero si è detto per nulla soddisfatto del primo tempo ed ha fatto mea culpa per la brutta stagione disputata

La Juventus non riesce ad essere continua e viene fermata sull’1-1 da una buona Fiorentina nella partita valevole per la trentatreesima giornata di Serie A.

I bianconeri giocano un brutto primo tempo ed i viola passano nel finale con un rigore di Vlahovic. Nella ripresa Morata pareggia subito i conti, la Juventus è un po’ più vivace ma non basta per portare a casa tre punti importanti.

Non può essere soddisfatto di questo pareggio Andrea Pirlo che sa quanto fosse importante questa partita. Ed è lo stesso allenatore bianconero a ribadirlo a Sky al termine del match, ammettendo la pessima partita disputata dai suoi nei primi 45′: “”Abbiamo fatto un bruttissimo primo tempo, invece dovevamo affrontarlo in un altro modo, perchè era una gara fondamentale nella corsa alla Champions. invece eravamo sempre in ritardo, poco aggressivi, abbiamo lasciato troppo spazio ai giocatori, non abbiamo attaccato la profondità, un insieme di cose che ci ha portato a fare un brutto primo tempo, mentre nel secondo tempo siamo andati un po’ meglio”.

La Juventus è apparsa in miglioramento nella ripresa, complice il ritorno al 4-4-2, mentre inizialmente era scesa in campo col 3-5-2. Pirlo ha affermato come la difesa a 3 non abbia dato i suoi frutti, pur spiegando i motivi per i quali non sia andata bene: “Oggi non è andata bene perchè non l’abbiamo affrontata nel migliore dei modi, avevamo provato una cosa e ne è successa un’altra totalmente diversa, poi in corsa siamo riusciti a cambiare, impostarla come avevamo provato durante l’anno ed è andata un po’ meglio”.

Ancora una volta è stato deludente Cristiano Ronaldo che ha sbagliato molte cose, tra cui un gol che uno come lui di solito non sbaglia. Pirlo, però, ha voluto difendere il portoghese affermando come per lui abbia disputato una buona gara: “No, secondo me non ha fatto male, la gamba girava meglio di altre partite. Ha avuto qualche occasione che magari non è riuscito a sfruttare, però nel complesso non ha fatto male”.

Solo 45′ di partita, invece, per Paulo Dybala, con Pirlo che ha spiegato come il suo piano di avere gli esterni alti con due giocatori pronti a muoversi tra le linee non abbia funzionato. Ma in generale, Pirlo ha dichiarato che non ha funzionato nulla nella partita di oggi: “Non abbiamo funzionato, non ha funzionato e quindi a fine primo tempo abbiamo deciso di cambiare, di mettere Morata, che sapevamo di poter mettere nel secondo tempo per darci il cambio di passo. invece non è stato così, abbiamo fatto male il primo tempo, un po’ meglio il secondo, però dovevamo affrontarlo in un altro modo”.

Quando non arrivano i risultati il primo sul banco degli imputati è sempre l’allenatore ed anche questo Pirlo lo sa bene, Il tecnico bianconero ha fatto mea culpa e si è detto insoddisfatto di quanto fatto quest’anno, affermando come anche la società lo sia: “E’ diverso perchè le aspettative iniziali erano diverse, sia mia che della squadra, quindi non ritengo di aver compiuto il lavoro come volevo e come volevano tutti. Adesso ogni partita che passa si impara sempre qualcosa, si cerca di migliorare, ma dalle prospettive iniziali non sono contento e non è contenta nemmeno la società”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei