F1 GP Imola 2021, Risultati PL2: Le Mercedes dettano il passo, ma la Ferrari c’è.

Bottas bissa il primato delle prime prove libere e la Mercedes si dimostra competitiva in gomma media. Occhio alle Ferrari, autrici di una grande prova. Bene anche Alpha Tauri.

Valterri Bottas sembra a suo agio a Imola. Lo scorso anno fu pole! (foto da: twitter.com/MercedesAMGF1)

Come già visto in Barhain, il nuovo format a tempo ridotto ad un’ora nelle prove libere continua a convincere e divertire.

Ancora una volta le prestazioni messe in mostra in queste due sessioni ci impongono di pensare che il Gran Premio dell’Emilia Romagna, secondo appuntamento della stagione, nello stupendo autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, sarà imprevedibile ed esaltante.

La simulazione gara ha, infatti, evidenziato un grande equilibrio da parte di tutti i team con l’unico punto interrogativo che riguarda la reale prestazione della Red Bull di Max Verstappen che ha abbandonato prematuramente le seconde libere.

La RB16B dell’olandese ha accusato un problema di affidabilità, probabilmente al cambio, dopo 10 minuti dall’inizio della sessione, spegnendosi in uno dei tentativi di giro veloce impiegato con le gomme medie.

Peccato, dunque, non aver potuto fare un raffronto tra le prestazioni della Mercedes e della Red Bull con la mescola “gialla”, ovvero dura.

Proprio con quella gomma, Valterri Bottas raddoppia il primato già conquistato nelle caotiche Prove Libere 1 con un tempo di 1’15’551 che ha anticipato di soli 10 millesimi il tempo registrato dal compagno di squadra Lewis Hamilton.

Le F1W12 tedesche hanno sorpreso per la grande continuità mostrata con la mescola media che è sembrata addirittura più prestazionale della gomma più morbida. Sia il pilota inglese, 7 volte campione del mondo, sia il compagno finlandese hanno provato ad utilizzare, per breve tempo, uno stint di gomme morbide, ma le prestazioni sono state meno competitive rispetto al previsto.

Chiude la top 3 il francese Pierre Gasly, a meno di un decimo dalla prestazione di Bottas nonostante una mescola di vantaggio.

Il francese dell’Alpha Tauri dimostra di essere in grande forma ma la settima posizione di Yuki Tsunoda, oltre che un passo gara sorprendentemente vicino a quello dei top team, dicono a gran voce che la scuderia di Faenza ha svolto un lavoro eccellente.

La AT02 non è più una semplice sorpresa, ma una macchina competitiva che può togliersi tante soddisfazioni.

Poco veritiero il quinto tempo di Charles Leclerc, che avrebbe fatto segnare un 1’15’3 cancellato dalla direzione gara a causa di una violazione dei track limits che il monegasco ha commesso nella variante della Piratella.

Nonostante ciò, il ferrarista ha mostrato grande velocità e un passo gara sorprendentemente competitivo in una pista tecnica come quella di Imola. La rossa di Maranello si è dimostrata veloce e ben bilanciata nel circuito emiliano e proprio il pilota numero 16 della Ferrari ha condotto un passo gara di pregevole fattura che ha spesso evidenziato il fatto che Leclerc fosse, per lunghi tratti, il pilota più veloce in pista.

Anche Carlos Sainz (quarto) ha mostrato un buon giro da qualifica e una gestione ottimale della gomma morbida utilizzata nel “long run” di fine sessione, sorprendendo, in termini di velocità, anche le “acciaccate” Red Bull e le invisibili McLaren.

La brutta notizia, per la rossa, arriva a poco più di un minuto dalla fine della sessione dove lo stesso Leclerc, perde la macchina nella seconda parte della Rivazza, mettendo anzitempo fine alle prove libere e danneggiando una Ferrari, nonostante tutto, positiva.

Proprio la Red Bull ha registrato il sesto tempo con Sergio Perez. Anche in questo caso il tempo non è del tutto veritiero visti i tanti problemi che il messicano ha accusato nella precedente sessione di libere.

Non benissimo le McLaren con Norris ottavo e Ricciardo diciottesimo, che tra problemi tecnici e un passo gara meno competitivo del solito sembrano poter accusare il colpo nel dualismo contro la Ferrari.

Benissimo Giovinazzi, nono nel giro di qualifica, che è apparso molto più veloce del compagno Kimi Raikkonen e sogna di mettere la sua Alfa Romeo in Q3 domani, mentre molto meno bene i due “vecchi leoni” del Circus, ovvero, Sebastian Vettel, ancora impegnato nel “capire” una vettura finora deludente come la AM01, autore del quindicesimo tempo e Fernando Alonso (tredicesimo), chiamato ad un’ennesima impresa per portare l’Alpine a ridosso della top 10.

Latifi precede il suo compagno di squadra Russell, con la Williams, e si dimostra a suo agio in questa pista, mentre le Haas di Schumacher e Mazepin chiudono, nuovamente, il gruppo.

Venerdì nero per il russo della Haas che, dopo aver mandato a muro la sua VF21 nelle prime libere, ha accusato problemi di bilanciamento e affidabilità nella sua vettura.

Risultati PL2 Gp Imola 2021

1 Valtteri BOTTAS Mercedes 1:15.551
2 Lewis HAMILTON Mercedes +0.010
3 Pierre GASLY AlphaTauri +0.078
4 Carlos SAINZ Ferrari +0.283
5 Charles LECLERC Ferrari +0.820
6 Sergio PEREZ Red Bull Racing +0.860
7 Yuki TSUNODA AlphaTauri +0.868
8 Lando NORRIS McLaren +0.934
9 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing +0.962
10 Lance STROLL Aston Martin +1.186
11 Esteban OCON Alpine +1.266
12 Nicholas LATIFI Williams +1.272
13 Fernando ALONSO Alpine +1.284
14 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing +1.448
15 Sebastian VETTEL Aston Martin +1.541
16 George RUSSELL Williams +1.628
17 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing +1.722
18 Daniel RICCIARDO McLaren +1.730
19 Mick SCHUMACHER Haas F1 Team+1.799
20 Nikita MAZEPIN Haas F1 Team+2.306

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus