F1 GP Francia 2019, Risultati Qualifiche: pole record per Hamilton

Lewis Hamilton conquista la pole position del Gran Premio di Francia 2019. L’inglese (86° partenza al palo i carriera) ottiene anche il record della pista del Paul Ricard, in 1:28.319, staccando Valtteri Bottas di +0.286. Seconda fila Ferrari-Red Bull, con Charles Leclerc (+0.646) e Max Verstappen (+1.090), mentre c’è una grossa sorpresa in terza fila, dove troveranno spazio le due McLaren di Lando Norris (+1.099) e di Carlos Sainz Jr. (+1.203). Grossa delusione per Sebastian Vettel, che dovrà partire soltanto 7° (+1.480), affiancato dalla Renault di Daniel Ricciardo (+1.599). Quinta fila per l’altra RB15 di Pierre Gasly (+1.865) e per l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi (+5.101). A seguire, in sesta fila, Alexander Albon (Toro Rosso) e Kimi Raikkonen (Alfa Romeo); in settima Nico Hulkenberg (Renault) e Sergio Perez (Racing Point). Ottava dello schieramento con Kevin Magnussen (Haas) e Daniil Kvyat (Toro Rosso), con Romain Grosjean (Haas) e Lance Stroll (Racing Point) in nona. Completano lo schieramento le Williams di George Russell e Robert Kubica.

Ennesima pole per Lewis Hamilton, che partirà davanti a tutti in Francia (foto da: twitter.com/MercedesAMGF1)

F1 GP FRANCIA 2019: CRONACA Q1

Le qualifiche a Le Castellet cominciano con un cielo poco nuvoloso e temperature di 26 C° per l’atmosfera e di 55 C° per l’asfalto. Scendono in pista sono Kvyat, Perez e Russell, seguiti da Raikkonen, dalle due Haas e da Norris. Man mano escono tutti gli altri, ad eccezione dei big, che aspettano qualche minuto in più. Mentre Kimi finisce molto largo, fino alle strisce rosse, il primo crono di riferimento è di Kvyat, subito superato nell’ordine prima da Magnussen poi da Norris (1:32.708). Albon per un attimo si piazza al comando, scalzato però da Sainz (1:32.010). Nel frattempo sono usciti anche i big; da segnalare il 2° crono momentaneo di Giovinazzi.

Arriva sul traguardo Vettel, in 1:31.846; Leclerc si piazza a sua volta al comando (1:31.441), ma arrivano i Mercedes, con Bottas che si prende per 63 millesimi la vetta (1:31.378). Hamilton è 3°, a 83 millesimi dal compagno di box. Gasly sale in 6° posizione, dietro a Sainz, mentre sono in top-10 entrambe le Alfa Romeo, seguite a ruota da Norris. Intanto ecco anche Verstappen, ma è soltanto 11° (+1.258). Esclusi al momento Stroll, Kvyat, Perez e le Williams, con Ricciardo che sale in 6° posizione. I big si rilanciano: Leclerc ottiene un 1:30.647, Bottas risponde con un 1:30.550; Hamilton si ferma a 59 millesimi dal finlanedese.

Deve migliorare Verstappen, e lo fa, portandosi a 777 millesimi dalla vetta; Sebastian migliora ma è a mezzo secondo dalle Mercedes (+0.525). Ultimi minuti di Q1. Grosso balzo di Kvyat, che passa 7° (+1.014), seguito da vicino da Grosjean; Magnussen fa fucsia nel T2, e a sua volta è 7° (+0.870). Ma occhio alle due McLaren, che con Norris e Sainz s’infilano addirittura in mezzo alle due Ferrari. Raikkonen fa ancora meglio, ed è 4° (+0.422), superato però da Hulkenberg, Ricciardo e Perez. Bandiera scacchi: eliminati Kvyat, Grosjean, Stroll, Russell e Kubica.

F1 GP FRANCIA 2019: CRONACA Q2

La fase centrale delle qualifiche di Le Castellet vede i due Mercedes lasciare i box per primi con gomma ‘gialla’, una scelta scontata da parte loro, vista la scarsa consistenza delle ‘rosse’ sui long run. In pista anche le McLaren (Sainz con la media), le Renault, le Red Bull (Verstappen con la media), le Alfa e Magnussen; aspettano qualche istante i ferraristi, anche loro con mescola media. Il primo sul traguardo è Bottas, 1:30.024; Hamilton ottiene un 1:29.520, un tempo mostruoso, ovviamente record della pista. Verstappen è 3° ad un secondo, con Vettel e Leclerc rispettivamente 5° e 3° (+1.121 e +0.946). Il primo con gomma ‘rossa’ è Hulkenberg.

Bottas si rilancia e riesce addirittura a migliorare il crono di Hamilton (1:29.437), mentre stupisce Sainz con la media, in 3° posizione (+0.882), superato però da Verstappen (+0.662). Sono chiamate ad una replica i ferraristi, ma Vettel resta dietro all’olandese; meglio Charles (3° a +0.497). A 6′ dalla fine, virtualmente in Q3 anche Hulkenberg, Gasly, Albon e Perez; out al momento le Alfa, Magnussen, Ricciardo e Norris, che prova anche lui con la mescola ‘gialla’. Il rookie britannico fa un balzo in avanti, portandosi in 7° posizione (+1.100).

Vanno tutti (o quasi) in pista con gomma gialla i piloti di centro-gruppo; i Mercedes e Verstappen invece preparano la Q3 montando la soft, ad eccezione dei ferraristi, che montano ancora la media. Ricciardo si porta in 7° posizione, mentre Norris è 4° (+0.582), con Kimi 9°, scavalcato da Giovinazzi; Kimi buttato fuori da Albon, a sua volta eliminato da Gasly. Vettel sale in 2° posizione, con 69 millesimi di distacco da Bottas. Fine della Q2: salutano la compagnia Albon, Raikkonen, Hulkenberg, Perez e Magnussen. Prima Q3 effettiva per Giovinazzi, dato che a Baku aveva una penalità in griglia da scontare. Da applausi anche le McLaren, entrambe alla fase finale delle qualifiche ed entrambe con la ‘gialla’ domani al via.

F1 GP FRANCIA 2019: CRONACA Q3

Questi i partecipanti alla Q3: Hamilton e Bottas per la Mercedes; Vettel e Leclerc per la Ferrari; Verstappen e Gasly per la Red Bull; Sainz e Norris per la McLaren; Antonio Giovinazzi per l’Alfa Romeo e Daniel Ricciardo per la Renault. Primo time-attack: lasciano la pit-lane prima di tutti i due McLaren, Sainz e Norris, seguiti dai Red Bull, dai Mercedes, da Ricciardo e dai Ferrari, con Giovinazzi che resta ai box. Tutti con mescola soft sul tracciato, ad eccezione di Gasly, che monta un set di medie.

Norris passa sul traguardo con il primo crono significativo (1:29.826), seguito a distanza da Gasly. Attenzione ovviamente sui top team: Bottas spinge al limite ed ottiene un ottimo 1:28.605; ma Hamilton ancora una volta ne ha di più, e scalza il compagno di box (1:28.448). Verstappen becca 1.2 secondi, e viene nettamente superato da Leclerc (1:29.015), ora 3° in classifica. Vettel invece rinuncia al giro, dopo aver fatto un giro non proprio pulito, oltre ad aver avvertito anche un problema al cambio. Scorrendo la classifica, abbiamo Sainz 5°, davanti a Norris, Ricciardo e Gasly, con Vettel e Giovinazzi senza tempi cronometrati.

Secondo time-attack, con i Mercedes e Hamilton assoluti favoriti per la pole nel 60.esimo GP di Francia. Nell’ordine abbiamo Bottas, Hamilton, Giovinazzi, Gasly, Sainz, Norris, Ricciardo, Verstappen, Vettel e Leclerc. Bottas è molto lento, ovviamente rispetto al record di Lewis, che ribadisce la pole, migliorando ulteriormente in 1:28.319 (record della pista). Verstappen guadagna la seconda fila, dietro a Leclerc, mentre festeggiano in casa McLaren, con Norris e Sainz in terza fila. Giro molto deludente per Vettel, appena 7°, seguito da Ricciardo e Gasly, mentre Giovinazzi ha avuto dei problemi nel suo unico giro lanciato.

Classifica e tempi delle Qualifiche del Gran Premio di Francia 2019 (foto da: twitter.com/F1)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo