F1, Gp di Monaco 2022, le dichiarazioni dei piloti al termine delle prove libere

F1 Gp di Monaco 2022. Si conclude con una doppietta Ferrari la prima giornata del weekend monegasco. Il padrone di casa Leclerc davanti a Sainz con due decimi. Appena dietro la coppia delle due Red Bull, con Perez davanti a Verstappen. La prima Mercedes è quella di Russel, sesto.

Una dimostrazione di velocità del cavallino che dovrà però essere supportata dall’affidabilità. Quest’ultima ha lasciato un po’ a desiderare nello scorso Gp di Barcellona, quando Leclerc ha dovuto abbandonare una gara che stava comandando dall’inizio a causa di un cedimento del motore. Così Verstappen è riuscito a vincere la gara, anche grazie al gioco di squadra in cui Perez ha lasciato spazio al compagno olandese.

Ora sembra che si stia ripetendo il copione di una settimana fa, con le Ferrari velocissime nelle prove, ma che sono ancora da testare riguardo la solidità del motore. Verstappen e Perez hanno battagliato a lungo contro le rosse, per ora sono dietro.

Leclerc durante le prove libere di oggi. Fonte: Twitter Leclerc

Leclerc è parso molto soddisfatto del rendimento della vettura. Questa pista, poi, la conosce molto bene. Il pilota di casa è favorito su questo tracciato, contento di aver trovato numerosi tifosi. Ecco le sue parole al riguardo, in cui sottolinea il bisogno di lavorare sulla messa a punto:

“È stato bello vedere così tanto pubblico lungo la pista già oggi che è solo venerdì. Non fa altro che caricarmi in vista delle prossime due giornate e speriamo di poter regalare delle soddisfazioni a tutti questi tifosi.
Siamo riusciti a girare con continuità portando a termine un buon numero di giri ma occorre lavorare ancora un po’ sulla messa a punto. Nel complesso è stata una giornata positiva anche se come ogni venerdì dobbiamo lavorare per fare un ulteriore passo avanti prima delle qualifiche di domani”.

Dietro di lui, ad appena due decimi c’è il compagno di squadra Sainz. Ottima la prova dello spagnolo, che vuole riscattarsi da un inizio di stagione non troppo fortunato. Anche nel corso del Gp di Barcellona ha dovuto affrontare problemi derivati da un fuoripista della vettura.

Carlos Sainz nelle curve del Gp di Monaco 2022. Fonte: Twitter Sainz

Dopo una prima sessione in cui è arrivato in terza posizione, nella seconda è riuscito a fare meglio, piazzandosi dietro al suo compagno di squadra. Ecco le sue dichiarazioni al termine della giornata:

“Una giornata incoraggiante questa: abbiamo completato il nostro programma e ottenuto buone prestazioni in pista. Monte Carlo è sempre un circuito impegnativo ma anche un tracciato molto divertente sul quale spingere. Le qualifiche saranno molto serrate ma fin qui possiamo dirci soddisfatti del lavoro che abbiamo portato avanti dal momento che siamo riusciti a migliorarci ogni volta che scendevamo in pista. Ora si tratta solo di lavorare sui dettagli per trovare il perfetto bilanciamento per sabato”.

F1 Gp di Monaco 2022, Red Bull lontane nel giro secco, ma in gara si potranno mescolare le carte

In terza posizione l’alfiere della Red Bull Perez, che ha lasciato spazio a Verstappen nel gran premio scorso, regalandogli punti importanti in ottica mondiale. Il messicano si è espresso sulla giornata di oggi, positiva, ma con miglioramenti da applicare. Infatti i long run sono stati piuttosto difficili con il traffico, che ha costretto il pilota a continui rallentamenti.

La Red Bull di Perez ha terminato davanti al compagno di squadra. Fonte: Twitter Perez

Non è riuscito a totalizzare più di due giri in modalità qualifiche. Ecco le sue parole al termine delle prove libere:

Sono state delle belle sessioni oggi per noi. È davvero bello tornare a guidare a Monaco, è sempre divertente! Sono state delle buone sessioni, ma i long run sono stati un po’ difficili con il traffico, non riuscivo a fare più di due giri”. 

“Tutto sommato sembriamo un po’ carenti rispetto alle Ferrari, sembrano davvero forti. Analizzeremo i dati e vedremo cosa possiamo fare, ma oggi sembrano essere molto veloci. Siamo rimasti un po’ sorpresi dal divario con loro oggi. Chiaramente, ci aspettavamo un divario ma non un distacco come quello che abbiamo visto oggi. Significa che c’è molto lavoro da fare e vedremo domani, Q3 è quando conta”

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega