F1 Gp d’Austria 2022, dichiarazioni dei primi tre dopo le qualifiche

F1 Gp d’Austria 2022. Una qualifica al cardiopalma, con un ultimo giro per i prime tre dopo il termine della sessione. Leclerc transita per primo ed è in pole, il suo compagno Sainz arriva a meno di un decimo, ma poi Verstappen dà la zampata finale e conquista la pole position, la numero 16 della sua carriera.

F1 Gp d’Austria 2022. Max Verstappen vuole allungare sugli avversari in classifica mondiale. Secondo c’è il suo compagno di squadra Perez, ma poco più in là c’è Leclerc, tallonato da Sainz ad appena 11 punti.

F1 Gp d'Austria 2022
Max Verstappen conquista la sedicesima pole position della sua carriera. Fonte: Formula 1 Twitter

Un Venerdì già importante questo in Austria, con i piloti che hanno dovuto subito prepararsi per le qualifiche. In questo modo è stata delineata la classifica per la Sprint Race di domani.

Come spesso ha dimostrato in questa stagione Verstappen è in piena forma, in grado di ribaltare situazioni che sembrano impossibili. Ecco le sue parole al termine della qualifica:

L’interruzione tra i due tentativi nel Q3 è stata molto lunga e non è mai bello. Cambiano le temperature di pista e gomme e si modifica anche il vento. La pista è impegnativa e non è facile indovinare il giro. Le curve sono poche ma sono abbastanza complicate da affrontare. Sono contento della pole, ma so anche che domani e domenica si fanno i punti, non oggi.

Abbiamo grande macchina e di solito la qualifica non è il nostro punto di forza. Spero di avere una buona partenza. E poi tutto può succedere. Comunque sono fiducioso considerando la macchina che abbiamo. Vedere così tanto arancione è incredibile. Il sostegno che ricevo qui è sempre molto grande. Questo mi mette il sorriso, spero di convertire tutto questo in un gran weekend“.

F1 Gp d’Austria 2022, Leclerc ottimista ma cauto come Sainz

Il monegasco ha reagito all’incomprensione con il box al termine della gara di Silverstone. Non ha gradito la scelta del box, ma crediamo che la diatriba sia terminata subito. Binotto gli ha parlato a quattr’occhi ed hanno stabilito un punto d’incontro.

Charles Leclerc è arrivato secondo per 29 millesimi in questa sessione di prove. Fonte: Instagram Leclerc

Ora è un’altro capitolo, quello in Austria, da decidere fin dalla giornata di venerdì. Gli ultimi cinque gp non sono stati positivi per il pilota francese, ora spera di cambiare rotta e di poratare a casa i punti che si meritano. Ecco le sue parole al termine delle qualifiche:

“Siamo in tre molto vicini, è stata una sessione di qualifiche entusiasmante; ho faticato un po’ nell’ultimo giro, nel tentativo di riportare le gomme alla giusta temperatura dopo tanto tempo ai box. Max è stato leggermente più veloce, congratulazioni a lui, speriamo di divertirci domani con la sprint race. Punto a una gara pulita, sia domani che domenica. Gli ultimi cinque GP sono stati un po’ un disastro, spero che in questo weekend vada tutto bene, così da portare a casa i punti che meritiamo“.

F1 Gp d’Austria 2022. Il suo compagno di squadra Sainz è ancora più euforico. Dimostra di essere sempre più in confidenza con la vettura, di essere in grado di spingerla ancora più in là. Questione di decimi, o meglio centesimi, sono quelli che lo dividono da Verstappen.

Carlos Sainz è arrivato terzo dopo le qualifiche dietro a Verstappen e Leclerc. Fonte: TWitter Sainz

Lui, al pari del suo compagno di team ha trovato un po’ difficile ripartire dopo l’interruzione a causa dell’incidente capitato a Russell. Comunque ora la sua attenzione si focalizzaerà sulla Sprint Race di domani, nella quale cercherà di andare a caccia del primo posto, utile per la partenza di domenica. Ecco le sue parole al riguardo:

Sono contento del terzo posto, però se vedi quanto sei andato vicino ai primi, esamini di nuovo il tuo giro e cerchi i punti dove potevi trovare il decimo che avrebbe potuto fare la differenza. Ma, come ogni altra volta, potrebbero farlo anche loro ovviamente. L’ultimo tentativo nel Q3 non è stato facile, le gomme erano molto fredde dopo la bandiera rossa, per cui occorreva grande fiducia nella macchina. Potevo fare meglio in alcuni punti, ma ormai l’interesse è solo a domani.

Siamo li, tutti vicini. Sicuramente abbiamo messo in scena una bella qualifica, non abbiamo corso rischi nel Q1 e Q2, quindi abbiamo praticamente centrato gli stessi crono al momento della caccia alla pole position. Significa che il lavoro per il momento è stato fatto bene e, dal mio punto di vista, ho maggiore fiducia sulla vettura nelle ultime gare. Domani ci sarà ancora tanto da fare. Abbiamo una FP2 nella quale provare la simulazione di passo gara e prepararci al meglio verso la Sprint Race di domani. Sarà davvero emozionante, con scie e DRS che faranno la differenza”.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega