F1, Gp Canada, Qualifiche: “Verstappen vola sul bagnato, secondo un magico Alonso”

Succede di tutto durante le qualifiche del Canada. Perez a muro e fuori in Q2, Sainz terzo a causa di una sbavatura nell’ultimo giro.

Fonte: F1 Twitter

Ci siamo divertiti tantissimo durante l’incredibile sessione di qualifica del Gran Premio di Canada dove la pioggia e un asfalto totalmente imprevedibile ha caratterizzato una delle più adrenaliniche sessioni di qualifiche.

Sessione dall’alto tasso emozionale per tutti i piloti, tranne per Charles Leclerc che ha preso parte solo alla Q1, conscio che la sua Ferrari sarebbe dovuta partire in ultima fila visto il cambio di vari componenti della power unit e del motore.

Alla fine, è proprio il rivale del monegasco in campionato a dominare la sessione: Max Verstappen strappa la pole position in Canada con una prestazione da vero e proprio campione del mondo, dimostrandosi nuovamente magico in condizioni di pioggia.

Secondo posto e prima fila (la prima per la scuderia da quando ha cambiato denominazione) per l’Alpine di un magico Fernando Alonso, dimostratosi veloce in tutte le sessioni.

Lo spagnolo ha dimostrato che laddove serve il manico, lui non sbaglia mai e anche l’Alpine ha nuovamente dimostrato ottima affidabilità e una interessante adattabilità in condizioni di bagnato.

Il secondo posto di Alonso, tornato ad essere “Magic” e assolutamente in lizza per poter vincere questo gran premio, ha relegato al terzo posto Carlos Sainz e la sua Ferrari.

La rossa dello spagnolo paga un ultimo giro molto interessante, vanificato dall’ultima curva del circuito dove Sainz ha sbagliato e ha dovuto correggere repentinamente prima di causare un danno all’auto.

Non è solo Alonso un “vecchio leone” ritrovato, ma anche Lewis Hamilton che conquista la seconda fila con il quarto tempo.

Da applausi anche la prestazione della scuderia Haas che piazza in terza fila entrambi i piloti con Magnussen quinto e Mick Schumacher sesto (ancora a caccia dei suoi primi punti iridati).

Da premiare anche l’azzardo (che non ha pagato) di George Russell. Il giovane inglese della Mercedes ha rischiato tutto provando a mettere gomme morbide quando la pista si stava asciugando… Coraggiosa, ma non risolutiva la scelta visto l’ottavo posto conquistato.

Chiudono la top 10, Ocon (settimo), Ricciardo (nono e autore di una buona prova) e Zhou (prima Q3 della carriera).

Delusione cocente per Aston Martin che dopo una sessione di prove libere molto convincente, evidenziano enormi problemi di grip con Vettel e Stroll che non hanno superato il taglio della Q1.

Anche l’altra Red Bull di Sergio Perez sembra mancare totalmente di competitività e partirà dalla tredicesima piazza dopo aver perso il controllo della vettura, mandandola a muro.

F1, la griglia di partenza del Gp di Canada

1 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing1:21.299
2 Fernando ALONSO Alpine+0.645
3 Carlos SAINZ Ferrari+0.797
4 Lewis HAMILTON Mercedes+1.592
5 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+1.661
6 Mick SCHUMACHER Haas F1 Team+2.057
7 Esteban OCON Alpine+2.230
8 George RUSSELL Mercedes+2.25
9 Daniel RICCIARDO McLaren+2.450
10 Guanyu ZHOU Alfa Romeo+2.731

11 Valtteri BOTTAS Alfa Romeo
12 Alexander ALBON Williams
13 Sergio PEREZ Red Bull Racing
14 Lando NORRIS McLaren

15 Pierre GASLY AlphaTauri
16 Sebastian VETTEL Aston Martin
17 Lance STROLL Aston Martin
18 Nicholas LATIFI Williams
19 Charles LECLERC Ferrari (eliminato in Q2 ma con penalità)
20 Yuki TSUNODA AlphaTauri (penalità)