F1 GP Abu Dhabi Risultati Libere – Hamilton subito il più veloce

Lewis Hamilton è stato il più veloce nelle prove libere del venerdì di Yas Marina. Il pilota inglese, che insegue Rosberg staccato di 12 lunghezze in classifica, ha cominciato al meglio il fine settimana della gara degli Emirati, provando subito a mettere pressione ad un Nico che, a quanto sembra, dovrà stare molto attento alle Red Bull, apparse consistenti e veloci non tanto sul giro singolo, quanto in configurazione gara. Seguono le Ferrari, con un Vettel apparso più in palla in configurazione qualifica (3° a poco più di due decimi da Hamilton) ma stoppato dall’ennesimo problema al cambio di questa tribolata stagione. Molti punti interrogativi, invece, sul passo. Alle spalle dei big, la Force India si conferma quarta forza, anche se, almeno qui, pare che la Williams possa recitare un ruolo discreto.

Lewis Hamilton è stato il più veloce sia nella prima che nella seconda sessione di libere del venerdì sul circuito di Yas Marina (foto da: bild.de)
Lewis Hamilton è stato il più veloce sia nella prima che nella seconda sessione di libere del venerdì sul circuito di Yas Marina (foto da: bild.de)

PROVE LIBERE 1 GP ABU DHABI 2016

Una sessione caratterizzata da caldo e pista molto scivolosa, quella che ha aperto il Gran Premio di Abu Dhabi 2016. Lewis Hamilton comincia bene il weekend decisivo del campionato e, nonostante un testacoda in curva 6, ottiene il miglior crono in 1:42.869, rifilando +0.374 di distacco a Nico Rosberg. A seguire, troviamo le Red Bull di Verstappen (+0.428) e Ricciardo (+0.493) e, molto più staccate, le Ferrari di Vettel (+1.136) e Raikkonen (+1.687), inframmezzate dalla Force India di Perez (+1.286). In 8° posizione c’è la Toro Rosso di Sainz (+1.816), seguito dalla prima Williams, quella di Massa (+2.170) e dalla Sauber di Ericsson (+2.299), il quale completa la top-10. Passando alle tornate completate dai vari piloti, troviamo Palmer davanti a tutti (32), seguito dalla coppia Bottas-Rosberg (30) e da Wehrlein (28). In fondo, invece, c’è Kvyat (4), danneggiato dall’ennesima foratura delle ultime gare, seguito da Button (10), con problemi sulla sua McLaren e sceso in pista con un casco pressochè identico a quello indossato durante l’annata 2009, e da Grosjean (13), autore di uno spettacolare testacoda in curva 1 nella seconda metà di sessione.

Classifica e tempi Prove Libere 1 GP Abu Dhabi 2016 (foto da: derapate.it)
Classifica e tempi Prove Libere 1 GP Abu Dhabi 2016 (foto da: derapate.it)

 

PROVE LIBERE 2 GP ABU DHABI 2016

Lewis Hamilton si è confermato in cima alla classifica dei tempi anche nel pomeriggio/sera di Yas Marina. L’inglese ha realizzato il miglior tempo in 1:40.861, 79 millesimi più veloce di Nico Rosberg, che si conferma, almeno sul giro singolo, molto vicino al compagno-rivale. Sorriso a metà per Sebastian Vettel: da una parte, la SF16-H, con temperature più basse, si conferma alquanto a suo agio, con il tedesco 3° nella classifica tempi (+0.269); a pochi minuti dalla fine della sessione, però, la rottura del cambio lo ha lasciato a piedi. Non dovrebbero esserci penalizzazioni in vista, però, visto che di solito, durante le libere, si utilizzano componenti più vecchie. Le due Red Bull completano la top-5, con Vertsappen più rapido di Ricciardo per appena un millesimo (+0.528 a +0.529). Poi abbiamo i finlandesi Raikkonen (+0.603) e Bottas (+1.098), seguiti dalle Force India di Perez (+1.180) e Hulkenberg (+1.403). Chiude i primi dieci l’altra Williams di Massa (+1.407).

Classifica e tempi Prove Libere 2 GP Abu Dhabi 2016 (foto da: derapate.it)
Classifica e tempi Prove Libere 2 GP Abu Dhabi 2016 (foto da: derapate.it)

Nico Rosberg, con 37 giri completati, è stato il pilota più presente sul tracciato, davanti al quartetto Hamilton-Hulkenberg-Massa-Nasr (35) e ad un altro quartetto, stavolta composto da Ocon-Gutierrez-Bottas-Perez (34). In fondo a questa speciale classifica troviamo le due Toro Rosso di Kvyat (4) e Sainz (5): come in mattinata, il russo è stato vittima dell’esplosione di uno pneumatico (posteriore sinistra). Essendo questo capitato pressochè sempre negli ultimi quattro appuntamenti, nel box di Faenza hanno deciso di indagare sui perchè di questi problemi, tenendo ai box i due piloti. Pochi giri (17) anche per Grosjean. Passando alle simulazioni sul passo gara, probabilmente Hamilton può abbozzare un sorriso: oltre ad aver mostrato un passo di qualche decimo migliore di Rosberg, c’è una Red Bull che, stante l’incognita sui quantitativi di benzina, è parsa davvero in forma, volando soprattutto con le Ultrasof, ma non sfigurando nemmeno con le Soft. Più difficile capire dove sia la Ferrari, avendo attuato una strategia diversa dai rivali.

Per il momento, Nico Rosberg segue da vicino Hamilton. Dovrà stare attento alle Red Bull (foto da: ara.cat)
Per il momento, Nico Rosberg segue da vicino Hamilton. Dovrà stare attento alle Red Bull (foto da: ara.cat)

Domani toccherà prima alle Prove Libere 3 (ore 11 italiane) quindi alle Qualifiche (ore 14 italiane), con diretta sia su Sky Sport F1 HD che sulle reti Rai (le Qualifiche su Rai 2). 

 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo