F1 Giappone 2017 Rusultati Qualifiche: Hamilton dice 71!

Un perfetto Lewis Hamilton, al volante di una W08 Hybrid perfetta, ha conquistato la pole a Suzuka. Per il nativo di Stevenage si tratta della 10° pole stagionale (71° in carriera, 85° per la Mercedes), per la 116.esima volta in prima fila come Michael Schumacher e adesso capace di partire davanti a tutti in tutte le piste del Mondiale. Lewis ha distrutto la concorrenza con il nuovo record di Suzuka, 1:27.319, rifilando +0.332 al compagno di box Valtteri Bottas e +0.472 alla prima Ferrari di Sebastian Vettel. Sarà però il tedesco a partire in prima fila, poichè Bottas dovrà arretrare fino alla 6° posizione. Seconda fila, dunque, per le due Red Bull, che però beccano un pesante distacco, con Daniel Ricciardo (+0.987) subito avanti a Max Verstappen (+1.013).

Ancora una grande prestazione in qualifica per Lewis Hamilton, alla prima pole in carriera a Suzuka (foto da: twitter.com)

Delude Kimi Raikkonen che, dopo il botto in PL3, ottiene solo il 6° tempo (+1.179) e dovrà arretrare fino alla 10° piazzola. In terza fila, così, si accomoda la Force India di Esteban Ocon (+1.792), affiancata da Bottas, con Sergio Perez (+1.941) che scatterà dalla quarta fila con la Williams di Felipe Massa (+2.161). La McLaren di Stoffel Vandoorne, primo degli eliminati in Q2, si posizionerà in quinta fila con Raikkonen. Questo grazie alla penalità che spedisce in fondo Fernando Alonso, che ha sostituito ancora una volta tutta la power unit. In sesta fila ci saranno Hulkenberg e Magnussen, seguiti da Grosjean e Gasly in settima fila, da Stroll ed Ericsson in ottava e da Wehrlein e Palmer in nona. Chiudono lo schieramento gli spagnoli Sainz ed Alonso. Andiamo a vedere cosa è successo nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone.

F1 GIAPPONE 2017: CRONACA QUALIFICHE

F1 GP GIAPPONE 2017: Q1

Pista asciutta e cielo parzialmente nuvoloso per l’inizio delle Qualifiche a Suzuka. Come a Sepang, fervono i lavori all’interno del box Ferrari, stavolta sulla monoposto di Raikkonen, sulla quale è stato necessario sostituire il cambio, Ci saranno dunque 5 posizioni di penalità anche per lui, che dovrebbe entrare in pista poco dopo metà Q1. I primi a lasciare i box sono le Sauber e la Mercedes di Lewis Hamilton, in pista con le Soft, imitato anche da Vettel. Il pilota inglese passa sul traguardo in 1:29.507, mentre Seb realizza un 1:29.772. Valtteri Bottas subito con le Supersoft, ma rischia tantissimo alla Degner, sfiorando le barriere. A 11 minuti dalla bandiera scacchi scende in pista, sempre con Supersoft, anche Raikkonen.

Negli ultimi minuti della Q1, Romain Grosjean è andato a sbattere, provocando la bandiera rossa (foto da: twitter.com)

Bottas torna sul traguardo, e si porta a 7 millesimi da Hamilton, che migliora (1:29.325), mentre Vettel lima il suo tempo, a soli 27 millesimi dal rivale a parità di gomma. Le Red Bull sono entrambe su gomma a spalla rossa: Verstappen realizza un 1:29.181 e passa al comando, Ricciardo 1:29.475. Raikkonen passa a sua volta in 1:29.614, a +0.433 dall’olandese. La leadership di Verstappen dura poco, poichè Hamilton fa un terzo giro veloce e si rimette avanti a tutti (1:29.047). Incomprensione, intanto, alla Casio Triangle tra Stroll e Perez, con il messicano che ha rallentato il canadese. Continua a girare Kimi Raikkonen, migliorando e portandosi a +0.116 dalla Mercedes #44. A poco più di un minuto dalla fine arriva la bandiera rossa, a causa dell’incidente di Grosjean, finito pesantemente a muro tra curva 4 e 5. Finisce in pratica qui la Q1 e vengono eliminati lo stesso francese, Gasly, Stroll e le Sauber di Ericsson e Wehrlein.

F1 GP GIAPPONE 2017: Q2

La Q2 comincia con la notizia che Perez è under investigation per il rallentamento ai danni di Stroll. Scende in pista per primo Lewis Hamilton con le Supersoft, mentre prova a differenziare la Ferrari, con Raikkonen che monta le Soft e Vettel le Supersoft. In pista anche le Red Bull (sempre su Supersoft), mentre Bottas copia la scelta del connazionale. Lewis transita sul traguardo con un super 1:27.819, mentre Kimi fa in 1:29.079. Vettel è ben più lento, beccando 663 millesimi. Arrivano le Red Bull: Verstappen fa 1:28.747, con Ricciardo 4° a +1.116. Molto bene Bottas, 3° a +0.724 con la Soft. Sinceramente Hamilton ha fatto la differenza rispetto a tutti gli altri.

Sebastian Vettel limita i danni e partirà in prima fila a Suzuka (foto da: formula1.ferrari.com)

Raikkonen prova a migliorare, ma risulta più lento del suo tentativo precedente di un solo millesimo. A metà sessione, virtualmente out Alonso, Hulkenberg, Palmer, Magnussen e Sainz, mentre sono dentro le Force india, Massa e Vandoorne. Da sottolineare un pò di tensione tra Massa e Hamilton, con l’inglese che pare non aver agevolato granchè il brasiliano, impegnato nel suo tentativo veloce. Negli ultimi minuti tornano in pista sia Hamilton che Vettel, così come Bottas, che cambia strategia e passa alle Supersoft. Hamilton vola in maniera incredibile, sia nel T1 che nel T2, ma torna ai box. Stessa scelta per Bottas, che dunque domani, come Raikkonen, partirà con le Soft. Vettel migliora leggermente. Vengono eliminati Vandoorne, Hulkenberg, Magnussen, Palmer e Sainz.

F1 GP GIAPPONE 2017: Q3

I qualificati alla Q3 sono le Mercedes, le Ferrari, le Red Bull, le Force India, la McLaren di Alonso e la Williams di Massa. Bottas è il primo a lasciare i box, seguito dal compagno Hamilton, che sembra l’assoluto favorito per centrare la sua prima pole a Suzuka. Raikkonen segue le Mercedes, con a ruota le Red Bull; esce per ultimo tra i big Vettel. Comincia il primo time-attack: Bottas realizza un 1:27.986, con Hamilton che vola in 1:27.345 (nuovo record della pista). Raikkonen abortisce, Vettel fa 1:27.797, pagando 452 millesimi. Lentissime le Red Bull, con Ricciardo e Verstappen che beccano un’eternità, rispettivamente +1.099 e +1.640. Dai replay si nota come Verstappen ha avuto un controllo non da poco in uscita di curva 5, mentre Raikkonen ha sbagliato ancora una volta alla Degner.

Ci siamo con il secondo e decisivo time-attack, anche se Hamilton è decisamente inattaccabile. Questo l’ordine di uscita dai box, limitandoci ai top: Bottas, Hamilton, Verstappen, Raikkonen, Ricciardo e Vettel, ancora una volta ultimo a passare sul traguardo. Bottas migliora (1:27.651), e si prende la prima fila, solo virtuale però; Hamilton ce la fa a togliere qualche centesimo e blinda la pole (1:27.319). Ricciardo e Verstappen si prendono la seconda fila, mentre delude alquanto Raikkonen, solo 6° tempo per lui. Anche Vettel migliora leggermente (1:27.791), a 472 da Hamilton. Domani, dunque, la prima fila sarà composta da Lewis e Seb, con le due Red Bull in seconda fila. Terza fila per Ocon e Bottas, mentre Perez partirà dalla quarta fila con Massa. In quinta fila, invece, troveremo Vandoorne e Raikkonen.

Classifica e tempi delle qualifiche del Gran Premio del Giappone 2017 (foto da: twitter.com)

A seguire la classifica e i tempi di queste qualifiche.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo