F1, Daniel Ricciardo: “Cambiare squadra non è facile ora””

Daniel Ricciardo è uno dei piloti che ha movimentato la pausa dovuta all’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia, grazie al “casco mercato”. Infatti, durante lo stop forzato di questa stagione molti piloti hanno direttamente saltato l’entrata in pista, trovandosi a dover pensare direttamente alla stagione di Formula 1 del 2021. Una decisione, questa, da non prendere certamente a cuor leggero. L’australiano di Perth spiega il perchè.

Daniel Ricciardo
Daniel Ricciardo ha lasciato la Renault. Fonte: Twitter ufficiale Daniel Ricciardo

Daniel Ricciardo spiega il suo futuro

La pausa ha, come dicevamo in apertura, condotto diverse novità piuttosto importanti. Tre dei piloti più importanti del Circus sono infatti stati coinvolti dal mercato piloti, che contrariamente all’attività in pista ha continuato ad andare avanti imperterrito. Si tratta di Sebastian Vettel, ancora senza un sedile, Carlos Sainz che ha preso il suo posto in Ferrari lasciando a Ricciardo quello in McLaren. Il quale, a sua volta, ha liberato la Renault non si sa ancora per chi.

Il talento nato in Red Bull era in Renault soltanto dalla scorsa stagione e poi ha a sorpresa deciso di andare a Woking, un anno e mezzo dopo le previsioni che lo davano in McLaren già ad inizio 2019. Ricciardo ha spiegato durante una diretta Instagram che è difficile cambiare squadra, a maggior ragione durante un periodo in cui non c’è azione in pista, poichè si tratta di effettuare un vero e proprio salto nel buio.

Non è stato facile – ha ammesso Ricciardo, mentre parlava del delicato momento in cui ha firmato con il team di Woking – ma allo stesso tempo non è stata una decisione presa in una notte. Direi che questo intero anno è stato strano e continua ad essere strano. Avere molto tempo per pensare al futuro è stato bello, ma a volte non è stato facile perché hai tutto questo tempo ma poca azione. L’intero anno è stato folle per quello che è successo – anche al di là del coronavirus ora – e prendere queste decisioni con i soli test fatti non è stato semplice”.

L’australiano, tuttavia, ha anche rimarcato che ha ancora questa stagione (o quel che ne resta) per correre con la Renault, e ha intenzione di dare tutto, per ringraziarla per quello che ha fatto per lui.

Ora possiamo andare avanti e sono pronto per andare a gareggiare, per competere ma [anche] per finire questo viaggio e questo capitolo con la Renault nel miglior modo possibile. Sento di dovere loro ancora molto, in pista e fuori. Sono contento di poter correre presto e provare a fare quello che posso”

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus