F1, riapre il Circuito di Shangai: prima gara a giugno

Le bandiere della FIA e della Cina sventolano sull’ International Circuit of Shangai. Fonte: F1.com

Sembra che la bandiera della Cina riprenderà presto a sventolare felice all’interno del Circuito di Shangai. Le ultime notizie che arrivano dalla Cina, infatti, dopo tantissimo tempo a questa parte, sono molto buone.

In queste ore, infatti, l’International Circuit of Shangai ha fatto sapere che è pronto per riaprire dopo l’improvvisa e lunga chiusura che ha sperimentato a causa del Coronavirus. Un messaggio di speranza che fa accendere i sogni di coloro che attendono con ansia le gare, sicurament,e ma anche di qualcun altro. Parliamo dell’umanità intera, che in questo gesto, semplice in apparenza, inizia a vedere il mondo post pandemia.

Circuito di Shangai pronto ad ospitare gare già a giugno

E se vi dicessimo di aspettare altri due mesi per poter rivedere una gara? Intendiamo quelle vere, corse su pista, con l’odore di benzina che infiamma le narici ed un pericolo ben più serio di un salto di connessione.

Ebbene, sembra che l’International Circuit di Shangai sarà pronto ad ospitare il primo evento già questo giugno. Questa notizia ha un valore simbolico, che va a chiudere un cerchio negativo. La Cina, infatti, è la terra in cui il Coronavirus è partito alla conquista del mondo ed il Gran Premio di Shangai di Formula 1 è stato il primo a saltare. Sarebbe davvero il massimo se si ripartisse a ricostruire un barlume di quella che chiameremmo “normalità” proprio da lì. In realtà, The Race riporta che c’è già stato un evento lì: una competizione Porsche avvenuta da poco.

In Cina, scuole, cinema e altri negozi hanno ripreso a funzionare e la vita sta tornando a riscaldare di nuovo le fredde vie cittadine. Tuttavia, per quanto riguarda la Formula 1, manca ancora l’ufficialità. Non sappiamo, infatti, la data in cui il Gran Premio verrà ripianificato. Di sicuro non sarà possibile che la gara avvenga a novembre o dicembre, in quanto le temperature in quel periodo a Shangai scendono sotto i 10 gradi.

Una cosa, però, è certa: c’è vita, oltre questa pandemia, e sta ripartendo.