F1, Alonso e Vandoorne penalizzati di 15 posizioni in griglia a Baku

Continua il momentaccio del binomio McLaren-Honda. Anche il weekend di Baku comincia sotto i peggiori auspici per i poveri Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, che cominceranno l’evento già consapevoli di dover subire 15 posizioni a testa di penalità in griglia di partenza.

Il duo McLaren, Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne (foto da: portalrace.com.br)

Il motivo è l’ennesima sostituzione, la sesta, della MGU-H, ovvero una componente con la quale la Honda ha avuto una caterva di problemi sin dall’inverno e sulla quale i motoristi nipponici stanno provando a metter mano per migliorare una situazione sportivamente drammatica. Entrambi i piloti, inoltre, avranno a disposizione anche due turbo nuovi.

Per quanto riguarda Vandoorne, a dire il vero, il conteggio di posizioni di penalità in griglia dovrebbe raddoppiare dopo le due sessioni di libere di domani, visto che è già prevista un’ulteriore sostituzione della power unit. Ovviamente, con un quadro del genere, non è che le aspettative possano essere chissà quali a Woking.

Iniziamo il fine settimana con delle sanzioni e non è ideale, ma questa è la nostra situazione al momento” – dice uno scoraggiato Vandoorne – “Cercheremo di fare del nostro meglio, concentrandoci soprattutto sulla gara e sperando di poter giocare con la strategia, anche perchè partiremo dal fondo della griglia. Quanti miglioramenti porteranno le nuove parti? E’ difficile da dire se devo essere onesto. Questa è più una domanda da fare alla Honda. Ma non credo che le cose andranno in maniera molto diversa rispetto al recente passato“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo