F1 Abu Dhabi 2019, Risultati Qualifiche: Hamilton conferma la legge Mercedes a Yas Marina

Hamilton e la Mercedes chiudono l’annata con una pole ad Abu Dhabi. Prima fila per Verstappen, vista la penalità di Bottas (2°). Male le Ferrari: non tanto per la seconda fila, quanto per l’errore che impedisce in Q3 a Leclerc di effettuare l’ultimo tentativo.

F1 – Lewis Hamilton ha ottenuto l’ultima pole position della stagione 2019 e partirà davanti a tutti nel Gran Premio di Abu Dhabi.

A Yas Marina, l’inglese ottiene l’88.esima pole in carriera (5° negli Emirati, 6° di fila per la Mercedes), tornando a primeggiare in qualifica come non gli succedeva da Hockenheim con un 1:34.794 che vale anche il nuovo record del circuito. Sarebbe potuta essere la sesta prima fila consecutiva tutta d’Argento da queste parti, dato che Valtteri Bottas ha ottenuto il 2° miglior tempo (+0.194 e unico altro sotto l’1:35); peccato che il finlandese debba scontare la penalità per sostituzione completa (doppia) della power unit, schierandosi domani in ultima fila. In prima fila, così, passa l’ottimo Max Verstappen, Red Bull (+0.360), mentre per la Ferrari la prima fila resta ancora un tabù a Yas Marina, dovendosi accontentare della seconda fila. Charles Leclerc è 3° (+0.440), Sebastian Vettel 4° (+0.560), con i cronici problemi nel T3 e un’ennesima brutta figura, con il monegasco impossibilitato a provare il secondo tentativo in Q3 avendo preso bandiera.

In terza fila scatteranno l’altra RB15 di Alexander Albon (+0.903) e la McLaren di un bravo Lando Norris (+1.657); in quarta la Renault di Daniel Ricciardo (+1.677) e l’altra MCL34 di Carlos Sainz (+1.680). Quinta fila per Nico Hulkenberg, con la seconda R.S.19 (+1.931), e Sergio Perez, su Racing Point. In sesta troveranno posto Pierre Gasly (Toro Rosso) e Lance Stroll (Racing Point), mentre subito dietro, in settima, ci saranno Daniil Kvyat (Toro Rosso) e Kevin Magnussen (Haas). Ottava fila dello schieramento per Romain Grosjean (Haas) ed Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo), seguiti in nona da Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) e George Russell (Williams). In decima ed ultima fila Robert Kubica (Williams) e il già nominato Bottas (Mercedes).

Pole #88 in carriera per Lewis Hamilton che domani, nell’ultima gara stagionale a Yas Marina, partirà davanti a tutti (foto da: twitter.com/MercedesAMGF1)

Griglia di Partenza Gran Premio di Formula 1 di Abu Dhabi:

1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:34.779
2 33 Max Verstappen RED BULL RACING HONDA 1:35.139
3 16 Charles Leclerc FERRARI 1:35.219
4 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:35.339
5 23 Alexander Albon RED BULL RACING HONDA 1:35.682
6 4 Lando Norris MCLAREN RENAULT 1:36.436
7 3 Daniel Ricciardo RENAULT 1:36.456
8 55 Carlos Sainz MCLAREN RENAULT 1:36.459
9 27 Nico Hulkenberg RENAULT 1:36.710
10 11 Sergio Perez RACING POINT BWT MERCEDES 1:37.055
11 10 Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:37.089
12 18 Lance Stroll RACING POINT BWT MERCEDES 1:37.103
13 26 Daniil Kvyat SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:37.141
14 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:37.254
15 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:38.051
16 99 Antonio Giovinazzi ALFA ROMEO RACING FERRARI 1:38.114
17 7 Kimi Räikkönen ALFA ROMEO RACING FERRARI 1:38.383
18 63 George Russell WILLIAMS MERCEDES 1:38.717
19 88 Robert Kubica WILLIAMS MERCEDES 1:39.236
20 77 Valtteri Bottas MERCEDES 1:34.973

F1 ABU DHABI 2019, CRONACA Q1

L’ultima sessione di qualifica della stagione comincia con cielo sereno, temperatura atmosferica di 27 C° e 33 C° di temperatura dell’asfalto; valori che giocoforza andranno a calare con il passare dei minuti, passando dal tramonto alla notte. I primi a lasciare i box sono i piloti di Alfa Romeo, Haas, Williams e Racing Point, oltre ad Albon, primo dei piloti dei top team, seguito poi anche da Verstappen. In pista poi anche ferraristi e Mercedes. Il primo crono è del #23 della Red Bull, in 1:37.699; Perez, Raikkonen e le Haas seguono. Arriva Verstappen, in 1:36.390, davanti alle McLaren. Leclerc si piazza dietro la Red Bull #33 di 90 millesimi, mentre Grosjean si esibisce in un gran controllo in uscita dall’ultima curva. Sul traguardo anche Hamilton (1:36.231), mentre Vettel si gira proprio sul traguardo.

Il tedesco e Bottas devono ancora far segnare un crono significativo. Il finlandese arriva in 1:36.428 (3°), il ferrarista in 1:36.963 (5°); mentre Leclerc migliora di qualche centesimo, restando comunque 4°. A 6′ dalla fine, virtualmente eliminati Raikkonen, Grosjean, Russell, Giovinazzi e Kubica. Si rilanciano ulteriormente i Mercedes: Bottas passa in 1° posizione (1:36.200), mentre Hamilton vola in 1:35.851, tornando immediatamente al comando. Grosso rischio in pit-lane, con Kvyat che esce dai box giusto avanti ad una Haas, che deve spostarsi per non centrarlo; ovvia un’investigazione per unseafe release. Bandiera scacchi: vengono eliminati Grosjean, Giovinazzi, Raikkonen, Russell e Kubica. Da segnalare il 2° tempo di Albon (+0.251), il 6° di Perez e l’8° di Ricciardo.

F1 ABU DHABI 2019, CRONACA Q2

Fase centrale delle qualifiche di Abu Dhabi. Scendono in pista per primi Albon, Magnussen e Gasly, seguiti dalle Racing Point, dalle Mercedes e dalle McLaren; via via tutti gli altri. Gomma gialla per l’anglo-thailandese e per Hamilton, rossa per i due della Ferrari; gialla anche per Verstappen, mentre Bottas dovrebbe restare ai box, per garantirsi la libertà di scelta della mescola per la prima fase di gara. Anche in Q2 il primo tempo cronometrato è di Albon (1:36.718). Hamilton è indemoniato e passa in 1:35.634, nettamente al comando; Verstappen realizza un 1:36.275, superato dalle Ferrari di Vettel prima (1:35.786) e di Leclerc poi (1:35.697). Le due SF90 subito dietro la Mercedes #44, che però ha una mescola di svantaggio; il T3 ancora molto negativo per la Scuderia.

A metà sessione, out Norris, Stroll, Gasly e Magnussen, mentre a sorpresa scende in pista anche Bottas, anche lui con mescola medium. Il finlandese è soltanto 40 millesimi più lento del compagno di box, inserendosi in 2° posizione. Esce così dai 10 anche l’altra Toro Rosso di Kvyat. Tutti in pista quelli che sono più in bilico per passare il taglio, a partire da Sainz, ottimo 6° al momento davanti ad Albon, seguito da Ricciardo, Perez e Hulkenberg. Fuori anche i big. Stroll passa in 10° posizione, superato però da Gasly, a sua volta buttato fuori da Norris. Sainz migliora ma resta 6°; colpo di reni di Hulkenberg (10°), mentre Leclerc cambia strategia (medium) e ottiene il miglior tempo (1:35.543). Bandiera scacchi: salutano la compagnia Perez, Gasly, Stroll, Kvyat e Magnussen. Vettel sarà l’unico dei piloti dei top team a schierarsi in griglia con la soft.

F1 ABU DHABI 2019, CRONACA Q3

Questi i qualificati all’ultima Q3 dell’anno: Lewis Hamilton e Valtteri Bottas per la Mercedes; Sebastian Vettel e Charles Leclerc per la Ferrari; Max Verstappen ed Alexander Albon per la Red Bull; Carlos Sainz e Lando Norris per la McLaren; Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg per la Renault. C’è fermento intorno alla RB15 di Verstappen, con il pilota olandese che ha chiesto un check veloce alla sospensione anteriore sinistra, dopo aver colpito in maniera violenta il cordolo interno in curva 5. Semaforo verde: scendono in pista nell’ordine Hulkenberg, Norris, Sainz, Hamilton, Bottas, Vettel, Leclerc, Verstappen ed Albon. Il primo tempo, che vale una pole assolutamente provvisoria, è del tedesco della Renault (1:37.515), superato da Norris e Sainz (1:36.479), a sua volta primo.

Hamilton è devastante, con un super tempo (1:34.828); Bottas becca più di 3 decimi (1:35.188), con le Ferrari di Vettel (1:35.339) e Leclerc (1:35.219) a seguire, perdendo al solito un mezzo secondo nel T3. Arriva Verstappen, che supera tutti eccetto Lewis (1:35.139). A seguire Albon, Sainz, Norris, Hulkenberg e Ricciardo, unico senza tempo. Per il secondo e decisivo time-attack, lascia ovviamente per primo i box il nativo di Perth; poi, nell’ordine, Hulkenberg, Norris, Sainz, Hamilton, Verstappen, Bottas, Albon, Vettel e Leclerc. Il sei volte Campione del Mondo abbassa ancora il riferimento (1:34.779), ed è pole; Verstappen non migliora, mentre lo fa Bottas (1:34.973), per una prima fila tutta Mercedes soltanto virtuale. Disastro Ferrari, che sbaglia il timing di uscita ai box: Vettel passa sul traguardo un paio di secondi prima della bandiera scacchi, presa in pieno da Leclerc. Il tedesco è lento e resta 5°. Questi i primi 10: Hamilton, Bottas (che però partirà ultimo), Verstappen, Leclerc, Vettel, Albon, Norris, Ricciardo, Sainz e Hulkenberg.

 

Classifica e tempi delle Qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 (foto da: twitter.com/F1)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo