F1 2018 GP Ungheria, Vettel e Raikkonen ci credono, nonostante tutto

La pioggia ha davvero rotto le uova nel paniere alla Ferrari a Budapest. Se sull’asciutto il binomio Vettel-SF71-H sembrava praticamente imbattibile, soprattutto in condizioni di bagnato pesante, come quelle avute in Q3 oggi, le cose sono andate molto diversamente, al punto tale che domani, in gara, avremo una prima fila tutta Mercedes, con Lewis Hamilton in pole e Valtteri Bottas al suo fianco. Di certo l’opposto della situazione che il tedesco sperava di trovare, preceduto per pochi centesimi anche da Kimi Raikkonen e, quindi, costretto a scattare dalla 4° piazzola.

Kimi Raikkonen, al termine delle qualifiche dell’Hungaroring, concluse al terzo posto (foto da: twitter.com/ScuderiaFerrari)

KIMI RAIKKONEN (3° a +0.528) –In generale, posso dire che questo weekend la macchina si è comportata bene in tutte le situazioni” – spiega il pilota finlandese – “Sono state qualifiche alquanto complicate da gestire, ma mi sono davvero divertito a guidare la mia SF71-H. La macchina era veloce e si è ben comportata sul bagnato. Rispetto a quanto visto in altre occasioni e su altre piste in passato, oggi eravamo più competitivi. E’ un aspetto davvero soddisfacente, poiché ultimamente in queste condizioni avevamo sempre faticato“.

Con pneumatici usati, in Q3, eravamo i più veloci in pista. Purtroppo, una volta montato il set nuovo, siamo stati sfortunati con il traffico” – continua Iceman – “Sono rimasto bloccato dietro un’altra macchina e con la pioggia battente non sono riuscito ad avere un giro pulito. Potevamo fare ben poco, visto che il tempo a disposizione era praticamente scaduto. E’ un peccato, poiché il grip con i nuovi pneumatici era ottimo. Sono sicuro che avremmo potuto lottare sicuramente per la prima posizione in griglia. D’altra parte, comunque, possiamo essere contenti, poiché finalmente lottiamo ad armi pari anche sul bagnato“.

SEBASTIAN VETTEL (4° a +0.552) –Nel complesso, non credo sia stata una brutta sessione, anche se non siamo stati abbastanza veloci. Le condizioni erano insidiose ed è stato difficile ottenere il massimo dalla macchina, ma penso che i miei giri in generale siano stati positivi. Sul bagnato non eravamo così a nostro agio come sull’asciutto, per cui abbiamo un po’ di lavoro da fare“, ha sottolineato Vettel.

Non abbiamo affrontato una sessione di qualifica semplice, ma credo che abbiamo fatto bene fino all’ultimo. Ovviamente ci è mancato qualcosa, ma ormai è andata così” – aggiunge il nativo di Heppenheim – “Vedremo cosa ci riserverà la gara di domani. Sarà fondamentale partire bene, ma la gara dura ben 70 giri, e penso che abbiamo ottime chance. Partirò dalla seconda fila, per cui ci concentreremo su ciò che bisogna fare da quella posizione. Abbiamo una buona macchina, funzionante in qualsiasi condizione, e questa è la cosa più importante“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo