F1 2018 GP Russia, Vettel: “Fatto il massimo. Ma la gara è domani”

Prosegue il momento molto negativo della Ferrari. Dopo le incomprensioni di Monza e la débacle di Singapore, che hanno provocato l’allungo deciso di Lewis Hamilton e della Mercedes, la Scuderia di Maranello è incappata a Sochi in quelle che possono tranquillamente essere definite come le peggiori qualifiche di questo 2018. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, pur occupando la seconda fila, si ritrovano con un distacco abissale dalle Mercedes e da Valtteri Bottas in particolare. Una SF71-H improvvisamente involuta, in estrema difficoltà in un T3 che avrebbe dovuto esaltarne le doti in trazione, e che invece costituisce la croce della Rossa. E la gara di domani rischia di mettere la pietra tombale sulle residue speranze iridate.

Sebastian Vettel, durante le difficili qualifiche di quest’oggi in Russia (foto da: twitter.com/ScuderiaFerrari)

SEBASTIAN VETTEL (3° a +0.556) –Crediamo di aver dato il massimo nelle qualifiche di oggi” – esordisce il pilota tedesco – “E’ vero che qui il sabato è molto importante in ottica gara, e che avrei potuto limare più di qualcosa sul mio tempo. Ma ho preferito non prendermi troppi rischi e aumentare le probabilità di qualche errore, che sarebbe potuto essere decisivo. Ma la monoposto c’è e ne sono felice“.

All’inizio di questo fine settimana, non ci siamo dimostrati molto veloci. Così abbiamo provato ad apportare delle modifiche, cercando di ridurre il distacco dalle Mercedes” – continua Sebastian – “Ma non è finita. La gara è lunga e vedremo alla fine chi la spunterà. Domani scenderemo convinti, e faremo di tutto per giocarci le posizioni di vertice. Anche perché non si può mai sapere quello che può succedere in gara“.

Vettel, quindi, rievoca la gara dello scorso anno: “Vi ricordate quello che è successo? Eravamo in pole e si facevano tante ipotesi. Poi sappiamo tutti com’è andata a finire. La partenza sarà fondamentale e dovremo partire bene. Noi di certo daremo il nostro meglio per ottenere un gran risultato“. 

KIMI RAIKKONEN (4° a +0.850) –Problemi? No, non ne abbiamo. E’ semplicemente un periodo così” – sottolinea un deluso Raikkonen – “Il T3? Non credo costituisca un gran problema per noi. Voglio dire, queste qualifiche non sono state ovviamente molto positive per noi. A parte che in questa fase, però, il T3 non è un problema per noi“.

Raikkonen poi non si mostra molto fiducioso sulle chance della Ferrari nella gara di domani: “Oramai non possiamo più toccare nulla sulla monoposto, essendo in regime di parco chiuso. Abbiamo già provato tutto quello che potevamo provare, nel tentativo di migliorare le prestazioni nelle prove libere e nelle Qualifiche“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo