Europa League: la Roma si qualifica ai sedicesimi di finale con queste combinazioni

Ecco tutte le possibilità per il passaggio del turno per i giallorossi.

Dopo le brusche frenate con il Borussia Moenchengladbach, pareggio all’Olimpico per l’assurdo rigore concesso all’ultimo minuto per il “fallo” di mano di Smalling, e l’altrettanta bizzarra sconfitta in Germania (2-1), arrivata sempre all’ultimo, la Roma era chiamata ad una prova di forza e di carattere in terra turca. E cosi è stato.

Ad attendere i capitolini allo stadio Fatih Terim c’era l’Istanbul Başakşehir, reduce da 11 vittorie consecutive.

L’ultima sconfitta risaliva alla prima gara di andata di Europa League, quando i turchi vennero strapazzati all’Olimpico per 4-0.

Anche questa volta, a dispetto di alcune voci maligne, la Roma ha passeggiato, trovandosi all’intervallo sul 3-0 grazie alle reti di Veretout, Kluivert e Dzeko.

Il biglietto per il passaggio del girone, però, ancora non è stato staccato.

Cosa deve succedere- Come detto in apertura, le gare con il ‘Gladbach hanno rallentato i piani di Fonseca e truppa.

Niente da temere, però. Anche solo un pareggio significherebbe il passaggio ai sedicesimi di finale. E la fortuna sorride alla Roma.

Nella prossima gara il Wolsferberg farà visita all’Olimpico. Di sicuro non il più temibile degli avversari.

Anche nella più remota delle ipotesi, vale a dire la sconfitta contro gli austriaci, la Roma passerebbe, salvo un altrettanto risultato altamente improbabile: la sconfitta del Borussia con l’Istanbul.

Per passare come prima del girone, la Roma deve vincere contro il Wolfsferger e il Borussia dovrebbe perdere o pareggiare.

Ricapitolando, la Roma si qualifica se:

  • Vince o pareggia contro il Wolfsberg.
  • Perde contro il Wolfsberger e il Borussia non fa altrettanto contro il Basaksehir.

Un quadro generale che tutto sommato pende a favore della Roma. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€