Emergenza Coronavirus, Nicchi: “Ipotesi ripresa serie A senza VAR”

Il numero uno degli arbitri ha detto la sua in merito alla prossima ripresa della serie A dopo l’emergenza Coronavirus e, in particolare, si è espresso sul VAR.

Si alla ripartenza, ma senza VAR. Questa è l’idea che ha manifestato, attraverso la Domenica Sportiva su Raidue, l’attuale numero uno degli arbitri italiani, Marcello Nicchi.

Nicchi, interpellato in merito al tema delle condizioni e dei termini per la ripresa del campionato, sospeso a causa dell’emergenza Coronavirus, ha aperto alla possibilità di “dismettere” l’utilizzo della moviola in campo.

Alla base di uno scenario del genere, ha spiegato Nicchi, c’è il pericolo che correrebbero i tecnici che ci lavorano a stretto contatto, in ambienti chiusi e dove le distanze di sicurezza non sarebbero rispettate.

Un altro argomento sul quale si è soffermato il presidente dei fischietti nostrani, inoltre, è la salute degli arbitri, essendo essi tra i soggetti più a rischio.

Per questo, non è escluso che vengano richieste per i direttori di gara delle specifiche rassicurazioni quando si potrà riprendere i campionati.

Comunque, nelle prossime settimane la Lega Serie A discuterà con l’AIA le varie ipotesi sulle modalità di coinvolgimento degli arbitri e il loro utilizzo nelle partite di Serie A, qualora ovviamente si riuscisse a tornare in campo e concludere la stagione calcistica regolarmente.