Emergenza Coronavirus: Coverciano diventa centro per la terapia intensiva

Ad annunciarlo, durante un’intervista rilasciata a Sky Sport, è il presidente della Federcalcio italiana, Gabriele Gravina: da oggi il centro sportivo di Coverciano sarà messo a disposizione di medici e infermieri, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Quella che è soprannominata “La Casa degli Azzurri”, che ospita ormai da molti anni i ritiri delle nostre Nazionali, dalle Under fino alla Nazionale maggiore, sarà adibito ad “ospedale”, con lo scopo di creare nuovi posti letto per la rianimazione.Nonostante la curva di nuovi infetti, positivi al tampone del COVID-19, in Italia sembri fortunatamente in leggero calo da qualche giorno, la pressione sugli ospedali è ancora tanta, e i posti letto adatti ancora disponibili sono sempre di meno.

Con questa iniziativa della Figc, come afferma lo stesso Gravina, si potranno ottenere circa venti o trenta nuovi letti di rianimazione, dislocati tra la foresteria e l’ex palestra, oggi auditorium.

Tali spazi andranno ad aiutare non solo il sistema sanitario della Toscana, regione in cui è situato il centro sportivo, ma conseguenzialmente anche quello nazionale, con sempre più malati, che soprattutto dalla Lombardia, devono essere trasferiti altrove.

Sempre ai microfoni di Sky, Gravina ci tiene anche a ribadire quanto “il calcio spesso sia meglio di quanto lo si voglia far apparire”, ricordando come questo non sia il primo e unico nobile gesto della Figc atto ad aiutare il Paese in un momento così difficile. La stessa Federcalcio aveva infatti già messo a disposizione, da qualche tempo, una intera palazzina di sua proprietà, ai Vigili del Fuoco.