Dinamo Zagabria-Milan 0-4, Voti, pagelle e analisi, Milan show a Zagabria

Il Milan non sbaglia e nella 5° Giornata del Girone E di Champions League batte 0-4 la Dinamo Zagabria. Vantaggio rossonero firmato da Gabbia su una punizione di Tonali. Raddoppio rossonero nella ripresa grazie a Leao e tris di Giroud su calcio di rigore. Un autogol di Ljubicic chiude i giochi.

Top Dinamo Zagabria:

Livakovic 6,5 L’unico promosso della squadra croata che si salva. Compie almeno tre belle parate ed evita un passivo molto più pesante alla sua squadra.

Flop 3 Dinamo Zagabria:

Sutalo 4 Serata da dimenticare. Si fa scappare Gabbia in occasione dello 0-1. Poi nella ripresa è lui a commettere il fallo da rigore su Tonali.

Ljubicic 4,5 Non si dimostra mai pericoloso in fase offensiva e quando si tratta di difendere incappa anche in uno sfortunato autogol.

Ristovski 4,5 Soffre tantissimo le incursioni di Leao e Theo Hernandez. Riesce a limitarli bene nel primo tempo, ma nella ripresa crolla vistosamente.

Champions League

Top 3 Milan:

Tonali 7,5 Decisamente il migliore in campo. Sontuoso in fase difensiva e offensiva. Non solo recupera una quantità industriale di palloni, ma serve l’assist a Gabbia e si procura un calcio di rigore.

Gabbia 7 Non solo sblocca il match con un bel colpo di testa, ma non sbaglia mai in fase difensiva. Appare sempre lucido e concentrato.

Leao 7 Primo tempo appena sufficiente, ma nella ripresa è lui a siglare lo 0-2 con una bella galoppata, in cui appare incontenibile per gli avversari.

Flop Milan:

De Ketelaere 5,5 Incomincia anche bene, ma la sua prestazione va scemando nel corso dei minuti. rimedia un cartellino giallo ingenuo e spreca un clamoroso contropiede.

Il Milan fa appieno e ora dovrà essere concentrato in vista di Torino e Salisburgo. Per la Dinamo Zagabria rimane solo la speranza dell’Europa League.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo