Crotone-Juventus 1-1, Pirlo: “Rimasti in 10 per leggerezze. Campionato che sarà una battaglia”

Le parole dell’allenatore della Juventus Andrea Pirlo a DAZN dopo il pareggio della sua squadra a Crotone. Il tecnico bianconero ha dichiarato come sarà un campionato difficile da vincere.

Secondo pareggio in trasferta per la Juventus che allo Scida non va oltre l’1-1 contro il Crotone nella quarta giornata di Serie A. I bianconeri perdono terreno rispetto al Milan capolista che nel pomeriggio ha vinto il derby portandosi a quota 12 punti.

La partita non è iniziata benissimo per la Juventus che al 12′ si è ritrovata sotto a causa del rigore segnato da Simy e causato da un fallo stupido di Bonucci. Il club campione d’Italia l’ha ripresa al 21′ con Morata e pur spingendo molto, anche restando in 10 nel secondo tempo, non è riuscito a trovare la vittoria.

Come contro la Roma, la Juventus è rimasta in inferiorità numerica ed ai microfoni di DAZN anche l’allenatore Andrea Pirlo lo ha sottolineato. Il tecnico bianconero ha affermato come ciò è dovuto all’età media giovane della squadra, ma che si aspetta comunque di più: “Purtroppo nelle ultime due partite siamo rimasti in dieci per leggerezze e episodi, bisogna sacrificarsi. Siamo una squadra giovane che deve lavorare, i giovani devono fare esperienza, la stanno facendo giocando e capita che qualche leggerezza la possano fare”.

Uno dei migliori in campo è stato Morata che oltre a realizzare il gol del pareggio ha colpito un palo, ha creato occasioni e gli è stato annullato anche un gol per fuorigioco. Lo stesso Pirlo ha dichiarato come durante la settimana lo spagnolo era quello che si era messo più in luce: “Uno dei cinque che ha lavorato, chi è stato a lavorare è tra quelli che sono stati meglio”.

Tornando al pareggio, Pirlo ha dichiarato come alla squadra serva tempo per trovare una propria alchimia tra tutti i reparti e far funzionare il sistema di gioco. Il tecnico bianconero ha parlato degli errori che sono stati commessi stasera e solo il tempo li correggerà: “A destra abbiamo sbagliato a pressare, invece di aspettare l’uscita sull’esterno, non abbiamo avuto tempo per amalgamare i meccanismi, abbiamo bisogno di tempo e lavorare per un po”.

La Juventus è ora a -4 dalla testa della classifica occupata dal Milan, ma Pirlo non è preoccupato. L’ex centrocampista ha spiegato come era ben conscio che questo si sarebbe trattato di un campionato molto difficile: “Lo sapevamo ci sono tante squadre, sarà una battaglia, bisogna fare punti, piuttosto che lasciarli per strada, siamo in costruzione, credo che torneremo davanti”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei