Codacons contro DAZN: intervengono Lega Serie A e Parlamento?

Lassociazione dei consumatori ha denunciato Dazn per i disservizi creati agli utenti. Luca Pastorino, deputato LEU, ha annunciato che presenterà un’interrogazione parlamentare.

Potrebbe finire in Parlamento la vicenda Codacons-Dazn, che ha infiammato le polemiche negli ultimi giorni, a seguito dei disservizi denunciati dall’utenza dell’emmittente in streaming per le prime giornate di campionato. Dazn, nonostante detenga ormai i diritti per la trasmissione di tutti i match della massima serie, continua a palesare problemi nell’erogazione dei propri contenuti, con streaming che sono andati ad intermittenza e, in alcuni casi, lievi asincronie tra immagini ed audio.

Il deputato LEU Luca Pastorino ha dichiarato all’agenzia stampa AdnKronos di essere pronto a richiedere un’interrogazione parlamentare in difesa dei consumatori: “ Gli abbonati devono poter usufruire di un servizio all’altezza dei costi e dell’importanza del campionato. I disservizi di Dazn della prima giornata di calcio sono molto gravi – afferma l’onorevole – Per questo motivo, nei prossimi giorni, presenterò un’interrogazione alla Camera per chiedere un intervento del governo. Milioni di persone devono fare i conti con la necessità di munirsi di un apposito decoder per poter vedere le partite del campionato di serie A. Come se non bastasse, chi non è dotato della fibra per la connessione, rischia di assistere a gare che vanno a intermittenza, quando va bene, visto che in alcuni casi ci sono stati blocchi prolungati“.

DAZN sbarca sul Digitale Terrestre.

Poche ore prima l’Assoconsumatori si era espressa duramente con un comunicato ufficiale nel quale chiedeva a Dazn di risarcire gli utenti danneggiati almeno dell’importo relativo alla prima giornata: “Qualcuno deve ricordare infatti che gli utenti hanno pagato alla piattaforma, e quest’anno più degli scorsi anni, un servizio spesso inefficiente – rincara la dose l’associazione- I soldi dei cittadini, mai come in questo periodo, sono preziosi: e non si può tollerare che finiscano nelle tasche di chi non riesce a erogare un servizio all’altezza, o non ha predisposto per tempo il necessario per farlo”.

Dazn risponde scusandosi per i disagi causati e parlando di una fase d’assestamento: “Nel corso della partita tra Inter e Genoa (sabato 21 agosto), quando si è registrato un picco di traffico, limitato a un’unica Cdn (provider), risolto nel giro di pochi minuti e che ha avuto un impatto limitato su un gruppo di utenti che hanno poi potuto assistere alle altre partite, dal momento che il problema è stato risolto velocemente. Continuiamo a lavorare, proseguendo nel costante dialogo e collaborazione con l’Autorità e i partner, fondamentali in questo progetto di cambiamento senza precedenti, così come nello sviluppo e nel potenziamento di Dazn Edge, la cache proprietaria per la gestione del traffico e nell’ulteriore ottimizzazione dei processi con le Cdn globali”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€