Clamoroso: il 60% dei campionati della FIGC dipende dai contributi statali.

Nel solo 2019 la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha ricevuto come contributo da parte di enti statali o regionali più di 300 mila euro

Viene non a caso definita la terza industria in Italia con un fatturato complessivo di 4,7 miliardi pari allo 0.19% del PIL nazionale (anno di riferimento 2017).

Diventa chiaro quindi come il mondo del Calcio ha sicuramente un impatto importante per tutto il movimento sportivo, soprattutto grazie al contributo di solidarietà che la FIGC eroga alle federazioni di altri sport.

Inoltre per mezzo dell’istituzione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, tramite i contributi statali, le federazioni riconosciute ricevono delle quote in proporzione al contributo sportivo che esse forniscono a livello nazionale.

Il calcio con i suoi 1,4 milioni di tesserati e 600 mila partite ufficiali organizzate ogni anno, è il vero e proprio motore di tutto il movimento sportivo, nonostante tutto però risulta tra i beneficiari di contributi pubblici.

Negli ultimi 11 anni, la FIGC ha ricevuto oltre 750 milioni, garantendo tuttavia allo Stato 11,4 miliardi a livello fiscale e previdenziale solo dal calcio professionistico.

Il contributo della seria A in particolare permette il sostentamento in una parte del settore professionistico, restano parzialmente esclusi dai benefit il mondo dilettantistico strettamente interessato dall’apporto delle sovvenzioni statali.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.