Champions ed Europa League 2018-2019: 4° sostituzione nei supplementari, 12 giocatori in panchina per le finali, no restrizioni per cambio liste e nuovi orari

Nuove regole per la prossima stagione di Champions League, Europa League e la Supercoppa Europea.
Logo ufficiale Champions League.
Fonte: Flickr

Infatti la UEFA ha annunciato alcuni cambiamenti che partiranno dal 2018-19 e saranno validi per tre anni. 

Queste modifiche sono entrate in vigore dopo alcuni passaggi, attraverso il Comitato Esecutivo Uefa e l’International Football Association Board. 

La prima e più importante riguarda la possibilità di effettuare una quarta sostituzione. Questa regola verrà applicata nelle partite ad eliminazione diretta, per giunta solo nei supplementari.

Inoltre, esclusivamente nelle finali di Champions League, Europa League, e nella Supercoppa Europea, sarà possibile convocare 23 giocatori, invece dei 18 fino ad ora chiamati. La conseguenza visibile sarà l’opportunità di avere 12 sostituzioni, anzichè le 7 previste al momento.

Un’introduzione che può dare più elasticità, più spazio di manovra ai tecnici in vista della partita più importante dell’anno. Vedere quali sono i giocatori più in forma, quelli che possono sostituirli al meglio, formarsi un gruppo più affidabile. 

Inoltre, ci sono nuovi orari in vista, con ulteriori spezzoni del calendario in vista. Tutto per favorire le tv che hanno acquisito i diritti in esclusiva. Così nella partite dei gironi, quelle di Martedì e Mercoledì, due partite inizieranno prima, alle 18:55. Per tutte le altre sfide ci sarà un leggero cambiamento in avanti. I match, invece che alle 20:45, inizieranno alle 21:00.

Invece, per quanto riguarda la registrazione dei giocatori dopo la fase a girone della Champions League ed Europa League, vi sono altre importanti novità. 

Infatti, sarà possibile schierare in rosa tre calciatori nuovi senza alcuna restrizione. Questa modifica è in linea con le regole presenti nei vari campionati. Nessuno di questi impone restrizioni ai giocatori registrati da un nuovo club durante la finestra invernale di mercato.

Infine, le squadre che hanno vinto l’Europa League per tre volte consecutive, o cinque volte in totale, potranno indossare un distintivo sulla manica della maglia.

 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega