Calciomercato Roma: osservatori per Wesley Fofana e Aaneba. Interessano Gravenberch, Eiting e Ekkelenkamp

L’interesse per i tre olandesi confermato dal ds dell’Ajax. Possibilità per i difensori francesi. Novità per il prestito di Smalling. E dall’Inghilterra arrivano voci su Lingard

Il mercato si è concluso da poco, ma la Roma già guarda al futuro. Soprattutto a determinate categorie: i giovani, come da nuova politica societaria.

Negli ultimi due week end, infatti, sono stati avvistati osservatori giallorossi su diverse tribune francesi. Nello specifico, gli scout della Roma hanno minuziosamente guardato le prestazioni di tre giocatori: William Saliba, Wesley Fofana e Ismaël Aaneba.

I PROFILI- Il primo è un classe 2001, centrale difensivo che si disimpegna principalmente sul centro-destra, del Saint Etiènne ma di proprietà dell’Arsenal. Gli inglesi, infatti, lo hanno acquistato in estate per 30 milioni. In questa stagione ha collezionato sette presenze. La fattibilità dell’operazione è ancora assai remota, ma è ipotizzabile che eventualmente si tratterebbe per un prestito

Anche il secondo profilo è un centrale difensivo, e sempre del Saint Etiènne, squadra in cui è cresciuto. 19 anni, fa del fisico (è alto 190 cm) la sua arma migliore. Con la maglia dei “Vers” è sceso in campo 10 volte, andando a segno in due occasioni.

Aaneba, invece, è il più grande del trio. Terzino destro, classe ’99, attualmente veste la maglia del Salisburgo. Fino ad ora è sceso in campo solamente quattro volte: tre in Coppa di Francia e una in Europa League.

IL TRIO OLANDESE- Gli occhi giallorossi, però, non si limitano solamente alla Francia. Forti attenzioni sono ricadute anche su tre giocatori olandesi, tutti dell’Ajax: Ryan Gravenberch, Carel Eiting e Jurgen Ekkelenkamp.

Come riportato dal “Corriere dello Sport”, la Roma ha mostrato già tempo un forte interesse per i gioiellini dei Lancieri. Interesse che è stato confermato dal direttore sportivo del club olandese,  Marc Overmars. Il dirigente ha comunque ribadito l’intenzione della società di trattenerli. Impresa che però sembra essere difficile. Sempre stando al quotidiano romano, il papà di uno dei tre è stato a Roma per parlare con la società giallorossa. Il maggiore indiziato sembrerebbe essere Gravenberch, definito il “nuovo Pogba”.

L’INGHILTERRA CHIAMA- Data la consulenza dell’onnipresente Franco Baldini, la Roma ha un canale di comunicazione privilegiato oltre manica. Canale che ha facilitato l’arrivo di Smalling in prestito. Le prestazioni del centrale inglese hanno convinto la dirigenza romanista che vorrebbe riscattarlo. E qui casca l’asino. “The Express” riporta infatti un nervosismo da parte della Roma dovuto ad un aumento del prezzo di riscatto da parte del Manchester United. Un primo sondaggio per l’acquisto definitivo da parte dei capitolini era stato fatto già a dicembre, quando si cercava di raggiungere un accordo tra i 10 e i 15 ( cifra della controfferta della Roma) milioni di euro. Ora, però, lo United ne pretende 20. L’acquisto definitivo sarebbe possibile solamente in caso di qualificazione Champions.

Oltre a quella di Smalling, potrebbe nascere un’altra operazione con un club inglese. Stando a quanto riportato da ESPN, infatti, la Roma sarebbe interessata a Jesse Lingard. La titolarità del trequartista è più che mai incerta dopo l’arrivo di Bruno Fernandez. I giallorossi non sono però i soli ad essere interessati al trequartista 27enne. Sul giocatore c’è anche l’Atletico Madrid. Il contratto dell’inglese con i Red Devils, comunque, scade tra 18 mesi, con l’opzione di prolungamento di un anno. Ad ora è solo una lontana ipotesi.